Pagine

domenica 22 novembre 2009

HOUSTON: AVEVAMO UN PROBLEMA!


I voli dello Shuttle sono diventati una tale routine che l'opinione pubblica e i giornalisti generalisti non fanno più caso alle missioni in corso.

A catturare l'attenzione dei media ci pensano allora l'astronauta Randy Bresnik e sua moglie Rebecca, in una "missione" non prevista dal rigido protocollo Nasa, che pure investe parecchio nella divulgazione delle imprese spaziali e per fare conoscere al pubblico statunitense - che poi è il principale finanziatore - la portata delle sue ricerche.

Alla fine anche la Nasa ha dovuto consegnare alla stampa la notizia tanto attesa: Abigail Mae Bresnik è nata sabato 21 novembre alle 21:40 (Central Standard Time), pesa 3 Kg e ha circa 50 cm di lunghezza.

Insomma: Houston, missione compiuta!

Sul sito NASA una intervista alla coppia prima del lancio della navetta.

La missione STS-129 durerà in tutto 11 giorni, è la 31ma missione verso la ISS, la Stazione Spaziale Internazionale. A bordo dello Shuttle due “Express Logistic Carrier” contenenti vari ricambi per l’ISS, tra cui: un “effettore” (oragano di estremità che serve ad afferrare) da agganciare al braccio robotico; due pompe; un serbatoio di ammoniaca e due di azoto; due giroscopi.

Tra i componenti dell’equipaggio, ci sono tre “debutti” nello Spazio: si tratta del capitano di marina Barry Wilmore, che sarà il pilota, e dei due specialisti di missione Randolph Bresnik e , appunto, Robert Satcher.

Comandante è il colonnello Charles Hobaugh, mentre gli altri due specialisti di missione sono Michael Foreman e Leland Melvin.

Tre le attività extraveicolari in programma (di sei ore e mezza ciascuna) affidate a Foreman e Satcher.

L’Atlantis effettuerà anche l’ultima rotazione di equipaggio da parte di uno Shuttle, riportando a Terra l’ingegnere di volo americana Nicol Stott.

Fonte: ASI - ESA - NASA

Nessun commento: