venerdì 4 luglio 2008

LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI E' PREMIO STREGA

.
"La solitudine dei numeri primi" ha vinto il Premio Strega 2008.

L'autore, inutile dirlo, tanto se ne è parlato di questo giovanissimo esordiente, è Paolo Giordano, un torinese del 1982, laureato in fisica teorica ed con una borsa di dottorato all'università della sua città.

Parlare di autismo, anoressia, bulimia, solitudine disagio, usando la matematica come filo conduttore e quasi come linguaggio letterario. Questo romanzo, storia dolorosa di due giovani segnati dalla vita, è già stato un grande successo, con quasi 200mila copie vendute, con un pubblico di lettori molto variegato dagli adulti ai ragazzi.

Paolo Giordano lavora presso il Dipartimento di Fisica Teorica dell'Università di Torino nell'ambito di un progetto di fisica delle interazioni fondamentali cofinanziato dall'Infn. Lo studio riguarda una particella elementare, il 'quark b', che viene prodotta attraverso collisioni ad alta energia all'interno di acceleratori situati in Giappone e negli Stati Uniti. Uno degli aspetti piu' interessanti di questi studi riguarda la possibilita' di misurare la violazione della simmetria tra materia e antimateria che e' all'origine dell'universo cosi' come lo conosciamo.

La vittoria di questo giovane dottorando di Torino ribalta ancora una volta il luogo comune secondo cui ottimi scienziati non possano abbracciare anche discipline più prettamente umanistiche e raggiungere vette altissime anche in queste ultime. Cosa che rende molto più difficile si realizzi il contrario.
:

Nessun commento: