martedì 29 aprile 2008

NASCE POINCARE': PAPA' DEL CAOS DETERMINISTICO


Se dico "caos" cosa vi viene in mente? E non dite la cameretta di vostro figlio perché non vale!

In realtà Chaos (nella Teogonia di Esiodo) è l'abisso sotterraneo dal quale emersero Gaia ed Eros: la Terra e l'Amore, o se preferite la materia e l'energia. Ma originariamente chaos significava semplicemente "spaccatura, fenditura" o "apertura" e indicava lo spazio che separava la terra dal cielo.

Un vocabolo che poi Johannes Baptiste van Helmont ha tradotto in "gas", traslitterando nel XVII secolo un termine fiammingo: "... halitum illum gas vocavi, non longe a chao veterum secretum" (tradotto: questo spirito l'ho chiamato Gas, non lontano dal Caos dei segreti antichi); da VICIPAEDIA. Per dire che solo in latino il termine caos prese il significato di disordine confuso di materia. Ed è il significato che ne attribuiamo ancora oggi.

Tutto questo ci conduce a Henri Poincaré, grande genio matematico, fisico, astronomo, nato a Nancy oggi, il 29 aprile 1854.

Eh si! Perché il caos con Poincaré ritorna al suo significato originario, creato dall'ordine e generato da piccoli cambiamenti iniziali che possono portare a grandi variazioni finali...
Dunque la prossima volta che dite a vostro figlio: "che caos c'è in camera tua!", siete avvertiti!

Già!... proprio quel caos che vi ricorda tanto l'effetto farfalla studiato dal Lorenz, fisico e meteorologo scomparso pochi giorni fa (un grazie a Claudio che ce l'ha ricordato qui e qui).

Ma il genio di Poincaré non si limita a questo... a lui, precursore della relatività generale, deve molto Albert Einstein, dato che diede il La a un fisico sperimentale, Hendrik Lorentz (un altro! Però stavolta con una "t" di troppo), il quale mise in equazioni la teoria della relatività ristretta, basandosi sulle osservazioni del suo collega.

Poincaré fu anche il fondatore della topologia algebrica: senza di lui dovremmo dare addio al teorema della sfera pelosa (come, non lo conoscete? Afferma che "non si può pettinare in modo continuo il pelo di una sfera pelosa"!!!... la matematica non finirà mai di stupirci!).

Inoltre nel 1905, pubblicò "Sulla Dinamica dell'elettrone", nel quale formulava un principio di elettrodinamica relativista completo, anticipando di fatto lo studio che valse ad Einstein tanti onori.

Al Nobel in Fisica Poincaré fu candidato ben dodici volte, ma non vinse mai il premio: i suoi studi furono considerati forse troppo precoci per l'epoca.

Poincaré dedicò inoltre tutta la sua vita alla divulgazione, attività anche questa in largo anticipo coi tempi e del quale possiamo a ragione nominarlo un precursore.
.

2 commenti:

Annarita ha detto...

Ciao, Rashmi, sono Annarita, la blogger dei due blog didattici, inseriti nel network "Blog didattici...appassionatamente": http://scientificando.splinder.com e di http://lanostramatematica.splinder.com, forse Claudio te ne ha parlato...

Comunque, volevo farti i complimenti per l'articolo. Quando si dice il caso. Stavo approfondendo le mie conoscenze sulla caratteristica di Eulero-Poincarè per la bottiglia di Klein, il Toro e il nastro di Moebius...e trovo il tuo splendido articolo su Poincarè;).

Grazie e a presto!
Annarita

giovanna ha detto...

Rashmi,
come hai ragione nel dire che la matematica non finirà mai di stupirci!
Bellissimo e stimolante articolo!
grazie.
per aver ricordato il genio Poincaré e ...altro!
g.