martedì 9 ottobre 2012

PREMIO NOBEL FISICA 2012 PER GLI STUDI SU SISTEMI QUANTISTICI: GLI STESSI CHE HANNO RESO POSSIBILI OROLOGI ATOMICI E SUPERCOMPUTER

Sono un francese, Serge Haroche, e uno statunitense, David Wineland i premiati quest'anno per il contributo dato alla fisica quantistica grazie alle ricerche che li hanno visti in prima linea negli studi delle interazioni tra luce e materia.

Rivoluzionari i loro metodi sperimentali (questo si legge nella motivazione della accademia svedese) che consentono oggi la misurazione e la manipolazione dei sistemi quantistici individuali.

L'americano David Wineland ha 68 anni e lavora presso l'Istituto statunitense per gli standard e la tecnologia (Nist).

Il francese Haroche, invece, anch'egli 68enne, insegna fisica quantistica al College de France.

Ricerche molto importanti quelle rivolte a questi ambiti di ricerca, che vedono applicazioni che oggi tutti utilizziamo nella quotidianità. Ad esempio negli orologi atomici, utilizzati nei sistemi di navigazione satellitari e dunque nel GPS ormai presente in qualsiasi smartphone. O la velocità dei futuri computer quantistici. 

Wineland e Haroche - continua poi l'accademia svedese - hanno aperto le porte a una nuova era di sperimentazione nella fisica quantistica dimostrando la possibilità di osservazione diretta di particelle quantistiche individuali.



Per approfondire: 

Dal link seguente è possibile scaricare "Particle control in a quantum world", un documento divulgativo sulla scoperta (in lingua inglese) sul sito NobelPrize.org


Nessun commento: