giovedì 15 ottobre 2020

Qualche suggerimento per migliorare il sonno




A tutti capita di non riuscire a prendere sonno; oppure di addormentarsi presto, per poi svegliarsi nel cuore della notte. Se capita raramente questo tipo di problematica ha effetti passeggeri; quando invece le notti di sonno breve o disturbato si ripetono spesso il risultato è drammatico: difficoltà di concentrazione, sonnolenza durante la giornata, mal di testa. Eppure ci sono dei metodi che consentono di migliorare il sonno senza dover assumere farmaci o modificare in modo eccessivo la propria camera da letto. Vediamone alcuni.

Le piante che conciliano il sonno
Per poter migliorare il sonno è importante ragionare su quali sono le cause che causano bruschi risvegli, o difficoltà ad addormentarsi. A volte la principale causa è da correlarsi alla presenza di sostanze inquinanti nell’aria di casa, in particolare in quella della camera da letto. L’inquinamento può provenire dall’esterno, spesso però le sostanze tossiche presenti in casa derivano dalle vernici usate per le pareti, dai mobili, o anche dai coloranti della biancheria da letto. Ci sono piante che sono in grado di filtrare l’aria attraverso la loro respirazione. Le foglie di fatto assorbono le sostanze tossiche o inquinanti presenti nell’aria, favorendo il sonno. Fa questo, ad esempio, il classico ficus. Se poi si posiziona un vaso di lavanda, o di altre piante dal profumo rilassante, chiaramente il sonno tenderà ad arrivare con maggiore rapidità.

Cosa si mangia a cena?
Anche ciò che si mangia influenza il corretto riposo notturno. Per chi tarda a prendere sonno e si trova nel bel mezzo della notte ancora sveglio, a cercare conforto nei programmi TV, uno dei rimedi migliori arriva dai carboidrati, meglio se integrali. Pane, pasta, cereali brillati, sono un’ottima fonte di triptofano, una sostanza che contribuisce alla produzione della serotonina, l’ormone che regola la felicità, ma che svolge una importante azione anche per quanto riguarda il sonno. Ovviamente è importante evitare gli eccessi, pasti troppo abbondanti, pesanti e ricchi, assunti poco prima di andare a letto, causano l’effetto contrario: difficoltà ad addormentarsi o risvegli improvvisi notturni.

Controllare materasso e cuscino
Sono molti coloro che acquistano cuscino e materasso contemporaneamente e li utilizzano poi per molti anni. In effetti un buon materasso è fatto per essere utilizzato a lungo, arriva però anche per lui il giorno in cui deve essere sostituito. Oggi sono disponibili in commercio materassi molto comodi, prodotti con molle insacchettate, unite alle nuove tecnologie in schiuma. Il risultato è comodo e confortevole e permette di eliminare problemi alla cervicale, alle spalle o alla schiena. Ovviamente andrà abbinato con un cuscino all’altezza della situazione. Per scegliere il materasso e il cuscino più adatti è sempre consigliabile testarli in negozio, alcuni consentono di provare tutti i prodotti che hanno in catalogo.

L’umidità “giusta”
Quando si cerca un sonno perfetto è importante anche considerare che il nostro organismo preferisce l’aria umida e fresca. Purtroppo i sistemi di riscaldamento e di climatizzazione, uniti a rivestimenti e infissi sempre più perfetti e ben costruiti, portano ad ottenere un’aria in casa asciutta, troppo asciutta. In molti casi l’utilizzo di un umidificatore consente di riposare per tutta la notte, respirando senza problemi ed evitando la presenza di fastidiosi sintomi quali naso chiuso o difficoltà di respirazione.

Nessun commento: