lunedì 26 novembre 2018

IL LIBRO DELLA TERRA: PER I BAMBINI E PER I GENITORI CHE VOGLIONO CONOSCERE E CAPIRE

E più bello leggere o ascoltare chi legge? Ho un figlio di 10 anni e da quando è nato ogni sera gli leggo qualcosa. Può trattarsi di un'intera novella o solo di un capitolo di un libro di divulgazione scientifica o al limite - quando si è fatto tardi - solo due o tre pagine. Credo di aver trascorso - negli ultimi 10 anni - almeno 3400 sere a leggere. Eppure mio figlio ormai sa leggere, ma ascoltare una storia prima di andare a dormire è troppo bello, e non c'è niente di nemmeno lontanamente paragonabile. Lasciate perdere la TV, il computer o lo smartphone e provate soltanto ad ascoltare.

I benefici della lettura non sono destinati solo ai vostri figli, ma anche a voi stessi. Abitate sul pianeta Terra, ma non lo conoscete abbastanza. Non è tanto ciò che ignorate, forse è più ciò che ritenete di sapere, perché avete letto qualcosa - magari su un sito internet inattendibile - e si tratta di un pezzettino troppo piccolo per poter avere un quadro generale di un certo argomento. Per capire occorre avere a disposizione conoscenza organizzata, sintetizzata, adeguatamente illustrata e - perché no - pure piacevole. Sto parlando di un libro naturalmente, scritto da Mark Brake e illustrato da Brendan Kearney, e intitolato: "Il libro della Terra". L'ha pubblicato Editoriale Scienza ed è destinato a bambini dagli 8 anni in su.

Consideriamo quindi la Terra e prendiamo ad esempio la Geotermia. Sapreste spiegare questo argomento a vostro figlio? Bastano due pagine ben illustrate per avere un'idea di cosa sia una pozza geotermica, e dove si trovano i punti caldi geotermici e quanto sia bello assistere allo spettacolo di un geyser che proietta in verticale un'altissima colonna di vapore bollente. Questo è solo un esempio di ciò che troverete nel libro. Potrete rispondere a molte altre domande di vostro di figlio, come: "Dov'è cominciato il viaggio dell'uomo?".

Il libro comprende poi altre tre sezioni: aria, fuoco e acqua. Cominciamo dall'aria: quanta acqua può essere contenuta nell'aria? In che modo la quantità d'acqua contenuta nell'aria varia con la temperatura? Quale popolo fu talmente bravo ad orientarsi in mare al punto che giunse in America almeno 500 anni prima di Cristoforo Colombo?

E veniamo al fuoco. Innanzitutto, di cosa è fatto il fuoco? Cosa diventerebbero le fiamme in assenza di gravità? Il fuoco consentì la cottura e gli esseri umani incontrarono la chimica sul loro cammino proprio attraverso la cottura. Il fuoco è molto pericoloso - pensiamo all'incendio del 2009 nello Stato di Victoria in Australia - ma anche molto utile: vi ricordate da cosa fosse alimentato il motore a vapore? E se state pensando al problema del riscaldamento globale e dei combustibili fossili, sappiate che già nel 1306 Edoardo I, re d'Inghilterra bandì l'uso del carbone quando vide l'aria tingersi di nero...

L'ultima sezione del libro riguarda l'acqua. E qui ci ricolleghiamo al riscaldamento globale e ai fenomeni meteo violenti. Le inondazioni possono semplicemente essere generate da un eccesso di pioggia, però esistono dei luoghi nel mondo in cui le inondazioni sono ricorrenti. Com'è possibile? A proposito, sapevate che un vulcano spento pieno d'acqua può causare un'inondazione senza precedenti? E' successo 10000 anni fa. E infine ricordiamoci che l'acqua è collegata al cambiamento: è così forte da riuscire ad erodere le rocce. Ed anche noi possiamo cambiare la nostra conoscenza e consapevolezza del pianeta in cui abitiamo. Basta un libro per cominciare. E l'occasione non manca: Natale è un buon momento per farsi un bel regalo o fare una bella sorpresa ai vostri figli. Il papà vi legge una storia. E poi, tutti a dormire.

Walter Caputo


Nessun commento: