martedì 31 luglio 2018

ARE_LAB PRESENTA "CROMATISMI. DIALOGHI SULLE PERIFERIE"

Seconda edizione per l'appuntamento organizzato dall'associazione "Are_lab" intitolato "Cromatismi. Dialoghi sulle periferie".


Anche quest’anno l'iniziativa, organizzata da un gruppo di esperti con l'obiettivo di valorizzare la fruizione delle periferie, si svolge in concomitanza  con la rassegna cinematografica "Vicoli Corti. Cinema di Periferia" e prevede tre incontri presieduti da relatori di pianificazione e rigenerazione urbana delle città.






Obiettivi degli incontri approfondimenti e scambio di idee tra gli esperti e i cittadini sulla valorizzazione di quella parte della città che vive una realtà spesso lontana dai centri storici, e dunque viene a volte abbandonata dal tessuto sociale e culturale cittadino.


Mercoledì 1 agosto
, alle 20, nelle terrazze del "Falsopepe" in zona Santi Medici, il primo appuntamento è intitolato "Successi e occasioni mancate alla riqualificazione urbana" e vedrà tra i relatori il docente del Politecnico di Bari Francesco Rotolo che dialogherà con Roberto La Gioia (rappresentante di "Urban Planner") e Antonio Ippolito (presidente di "Are_lab").


Mercoledì 6 agosto
il Prof. Fabio Petrelli dell'Università Tor Vergata incontra il pubblico al Ritrovo degli ostinati in zona Santi Medici, dialogando sul tema "Arte e ricerca etnografica. Il Laùru: i luoghi, gli incontri le testimonianze", dal libro di Maria Grazia Carriero


Venerdì 6 agosto
il Prof. Christian Caliandro, dell'Accademia delle Belle Arti di Foggia presenta il libro Italia evolution. Crescere con la cultura che indaga le numerose zone “interdette” del nostro Paese (fisiche e psichiche, materiali e culturali), gli esperimenti di futuro in corso, le diverse percezioni della cultura italiana, gli immaginari del recente passato e quelli in via di costruzione, i processi artistici basati su una relazione intensa con le comunità e i territori. Dialogo con Emmanuele Curti, Manager Culturale. L'incontro sempre in zona Santi Medici c/o Falsopepe.




Nessun commento: