Pagine

domenica 23 ottobre 2011

RESEARCHGATE: IL GLOBAL NETWORK DELLA RICERCA SCIENTIFICA





Già dalla fine degli anni novanta l'uso di massa di Internet aveva abituato scienziati e centri di ricerca a nuove modalità di comunicazione. L'epoca in cui ogni ricercatore era un isola raggiungibile solo  attraverso congressi, pubblicazioni su prestigione quanto inaccessibili riviste o per via epistolare era terminata. L'attuale diversificazione dei mezzi di informazione digitale e la trasmissione a velocità prossime a quella della luce dell'informazione sugli schermi dei nostri PC o degli e-reader, non solo ha fornito alla scienza nuovi mezzi di comunicazione, ma ha permesso di accelerare il processo di aggiornamento culturale della società, consentendo a tutti di godere del privilegio di un'informazione in tempo reale.


 Due anni fa è nato ResearchGATE, il primo scientific network per scienziati e ricercatori, un potente  mezzo completamente gratuito ideato per la cooperazione scientifica e lo scambio di informazioni a livello globale.
  Ad oggi ResearchGate conta oltre 1.000.000 di membri attivi che partecipano alla vita del portale. Un terzo dei membri sono biologi e medici, seguiti da informatici, chimici, fisici e ricercatori nelle scienze sociali. Ogni giorno si iscrivono in media 2000 scienziati ma i numeri sono in crescita esponenziale. ResearchGate è nato da un'intuizione del fondatore Ijad Madisch, virologo, che durante un tirocinio presso il Massachusetts General Hospital, con il pretesto di far circolare gli appunti tra i colleghi del laboratorio, ha sviluppato un’idea che ha trasformato il modello di diffusione del materiale scientifico. Assieme ai soci Sören Hofmayer e Horst Fickenscher ha dato avvio a una piattaforma interattiva nella quale è possibile comunicare, lasciare commenti, condividere e discutere argomenti scientifici, pubblicare e scaricare articoli accademici, partecipare attivamente ai blogs e agli eventi, trovare nuove possibilità lavorative e programmi post laurea.

  Per scoprirne di più non resta allora che visitare il network che giorno dopo giorno offre sempre più funzioni con possibilità di intervento e collaborazione online. In particolare voglio segnalare la funzione workgroup che consente di realizzare nell'ambito di un dipartimento universitario o di un gruppo di ricerca scientifica, un ambiente sicuro e riservato nel quale è possibile una completa collaborazione online senza limiti di spazio e di tempo: il futuro della comunicazione per la ricerca scientifica in ambito globale. 

Nessun commento: