Pagine

domenica 10 ottobre 2010

L'ASTRONAUTA ITALIANO NESPOLI USERÀ TWITTER PER DIALOGARE CON IL PUBBLICO E I GIOVANI

E' ufficiale: l'astronauta Paolo Nespoli promette che dalla Stazione Spaziale Internazionale, su cui salirà a dicembre, invierà via Twitter una foto al giorno durante i suoi sei lunghi mesi di permanenza.

Segui su TWITTER l'astronauta Paolo Nespoli con un clic qui

Sono passati appena 3 mesi da quando Gravità Zero intervistò Paolo Nespoli, nel luglio scorso a Torino: Gli avevamo posto una domanda: a quando l'uso di canali come Twitter per dialogare con i più giovani (come già ha fatto Mike Massimino) e avvicinare così il grande pubblico italiano allo spazio?

La sua risposta allora era stata:
"Non mi sono ancora avventurato, perché penso forse erroneamente che impegni una persona tanto tempo e sinceramente non riesco neppure a finire le cose che normalmente faccio tutti i giorni... So che Mike ha utilizzato questi social network e so che si è molto divertito. Per il momento sono molto restìo ma so che sarà una cosa da fare nel futuro".
Avremo contribuito un poco anche noi, nel nostro piccolo, al cambio di direzione? Sicuramente è una bella notizia quella di Nespoli che permetterà di avvicinare di più i giovani alle scienze e allo spazio.

Qui l'intervista fatta a luglio 2010 all'ESOF di Torino
[Intervista a cura di Pietro Gentile e Claudio Pasqua]

Il futuro è arrivato: non sono passati neppure tre mesi dall'ultima sua dichiarazione e Nespoli ora afferma che userà Twitter per dialogare con tutti noi dallo spazio, inviando addirittura una foto al giorno per i suoi sei mesi di permanenza!

Si chiama "MagISStra" la missione che l'astronauta italiano affronterà nei sei mesi che passerà sulla Iss. Si tratta del primo italiano a trascorrere più tempo di ogni altro nello spazio. Il nome della missione e' stato presentato a Oberpfaffenhofen, presso Monaco, dove Nespoli si sta addestrando con i suoi compagni di volo: l'americana Catherin Coleman e il russo Dmistri Kondradyev.

Tra le attività "educational" della missione, una Greenhouse in Space il cui sviluppo sarà seguito in parallelo sulla Terra da ragazzi tra i 12 e 14 anni.



.

Nessun commento: