venerdì 29 gennaio 2010

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL VIDEO, DEL FILM E DEL DOCUMENTARIO SCIENTIFICO


Il Festival Internazionale del Video, del Film e del Documentario Scientifico torna a Milano dal 22 al 28 marzo 2010.
Come di consueto la manifestazione ospiterà la rassegna (ormai al quattordicesimo anno di svolgimento) e un concorso internazionale a cui sono ammessi film, documentari e video di informazione, divulgazione e promozione a carattere scientifico e tecnologico (escluse le opere prodotte per addestramento e aggiornamento tecnico-professionale).

Vedere la Scienza Festival significa ogni anno un evento interamente dedicato al film e al documentario scientifico, unico nel suo genere in Italia.
20 paesi di tutto il mondo partecipanti, una ventina di ospiti italiani e stranieri di rilievo internazionale, un gran numero di prime proiezioni per l’Italia,
un concorso internazionale e una rassegna storica con titoli rari e classici della storia del cinema.

Al concorso possono partecipare opere inedite oppure già trasmesse o distribuite, purché prodotte dopo il 1 gennaio 2008 per le seguenti categorie:

A - Film e film-documentari;
B - Documentari per il piccolo e grande schermo e per la distribuzione home video;
C - Documentari realizzati da musei scientifici, science center, istituti ed enti di ricerca scientifica pubblici e privati, scuole e accademie;
D - Video creati per il web, per web TV e videotelefoni;
E - Video pubblicitari, promozionali e spot.

Televisioni, case di produzione, produttori indipendenti, istituti di ricerca e università, aziende e agenzie, scuole, accademi e musei possono iscrivere una o più opere al Festival. Il termine ultimo per iscrivere le opere è il 30 dicembre 2009 (informazioni e bando disponibili all’indirizzo www.brera.unimi.it/festival).

Una Giuria Internazionale composta da personalità scientifiche, esperti di comunicazione scientifica, del film e dei media, giudicherà i titoli ammessi al concorso. La migliore produzione per ciascuna delle categorie riceverà un premio, tra i 2.000 e i 500 euro.

Le sessioni di proiezione e presentazione saranno aperte alla partecipazione del pubblico, con ingresso libero e gratuito.
.

Nessun commento: