mercoledì 30 dicembre 2009

IL CARNEVALE DELLA FISICA SPOPOLA SUL WEB NEI PAESI DI LINGUA SPAGNOLA


Oggi in Italia e in Spagna (e in altri 5 paesi del mondo) festeggiamo il carnevale della fisica. Un evento spettacolare che raccoglie la partecipazione di decine di blogger in 4 continenti (!) per parlare di fisica in modo intelligente e divertente. Il tutto nato dall'idea dei fondatori dei due blog, Gravità Zero e dello spagnolo Gravedad Cero.

La cosa entusiasmante è che a questa celebrazione partecipano blogger da paesi (insieme all'Italia) come la Spagna, l'Argentina, la Colombia, l'Ecuador, gli Stati Uniti, la Svizzera ...tutti uniti sotto un'unica passione: la divulgazione della scienza!

Mentre dall'Italia il Carnevale della Fisica è ospitato questo mese dal blog JOLEK dalla Spagna colei che ospita il Carnevale della Fisica è Verónica Casanova con il suo blog Astrofísica y física


Lo traduciamo per voi... dallo spagnolo.


(l'articolo seguente è stato tratto dal blog di Astrofísica y física di Verónica Casanova )

Si avvicina la fine dell'anno e tutti si aspettano di ricevere buoni auspici sulla ripresa della nostra economia. Tuttavia, così come abbiamo stappato spumante e gustato dolci in questi giorni di festa, celebriamo oggi anche un altro evento speciale: il completamento dell'Anno Internazionale dell'Astronomia.

Prima di concentrarsi sulla celebrazione del secondo appuntamento del Carnevale della Fisica, vorrei ricordare i professionisti e le professioniste che sono stati ricordati in quest'anno.

Negli ultimi dodici mesi, vari mezzi di comunicazione hanno dato maggiore attenzione su tutte le novità relative al Cosmo. È stato ricordato Carl Sagan, uno dei più grandi comunicatori della scienza che ha divulgato l'Astronomia a tutti i livelli popolari.

Quest'anno è stato anche un momento per ricordare contributi femminili all'astronomia dimenticati tra le pagine della storia. Alcuni hanno conosciuto l'importanza di figure come Ipazia di Alessandria (IV-V secolo), filosofa, matematica e astronoma, grazie al recente film uscito nelle sale quest'anno di Alejandro Amenabar.

Ma non è necessario andare così indietro negli annali del tempo per trovare nomi di grandi personaggi femminili che hanno dato importanti contributi alla scienza ma sono rimasti celati nell'oblio della storia.

Cosa vi viene in mente se vi parlo di Caroline Herschel? Pensate che è stata la prima astronoma professionista della storia!
Sembra che suo fratello abbia carpito alcuni suoi lavori attribuendosene il merito.
Caroline (1750-1848) scoprì 8 comete, tre nebulose, sistemi binari e ha redatto due cataloghi astronomici. Eppure sono convinta che molti non abbiano mai sentito il suo nome prima d'ora.

Herrietta Leavitt (1868-1921), fu la scopritrice della relazione periodo-luminosità delle stelle variabili Cefeidi, il metodo che permise a Hubble di rivelare l'universo in espansione e l'esistenza di altre galassie.
Tanto numerosi sono stati i suoi contributi alla fisica, che venne nominata al premio Nobel nel 1925. Sforzo inutile perché ella era già morta e questo premio non viene assegnato postumo.

Annie Jump Cannon (1863-1941) detiene invece il record di individuazione e classificazione degli spettri di oltre 225.000 stelle Record che non è ancora stato battuto nella storia. Accanto a Henrietta è stata una delle "signore" di Pickering.

Le tre astronome fanno parte tratta di un calendario che è stato rilasciato lo scorso anno all'interno del gruppo di lavoro "Lei è un astronoma", sostenuta dall'UNESCO. Esso mira a promuovere la parità tra uomini e donne in quanto il loro numero nel campo della scienza sono ancora limitate.

Altre professioniste che compaiono nell'elenco sono:

Fatima de Madrid (siglos X-XI): astronoma musulmana che ha studiato astronomia di posizione, di parallasse e calcoli di Eclipse .

Maria Winckelmann Kirch (1670-1720): astronoma tedesca che ha redatto calendari astronomici di eventi, analizzati e studiato congiunzioni aurorali di Giove e Saturno.

Nicole-Reine Lepaute (1723-1788): calcolò la data prevista del ritorno della cometa di Halley, tenendo conto delle perturbazioni dovute ai pianeti giganti.

Wang Zhenyi (1768-1797): anche se morta giovane ha scritto dodici libri di astronomia e matematica.

Maria Mitchell (1818-1889): considerata la prima astronoma statunitense accademica, ha combattuto per il suo stipendio che era solo un terzo di quello dei suoi coetanei. Ha studiato la posizione del pianeta Venere.

Williamina Paton Stevens Fleming (1857-1911): Uno dei componenti in Pickering, ha scoperto la Nebulosa Testa di Cavallo.

Cecilia Payne-Gaposchkin (1900-1979): ha dimostrato che l'idrogeno è il componente principale delle stelle.

Pismis Parigi (1911-1999): prima professionista che ha introdotto l'astronomia in Messico. Ha trovato 20 ammassi globulari e 3 aperte, e ha studiato le strutture a spirale delle galassie.

Queste le astronome che sono riconosciute in tutto il mondo per il loro apporto alla scienza. Ma in ogni paese ci sono storie individuali che vale la pena non dimenticare. Inoltre non posso non ricordare quest'Anno Internazionale dell'Astronomia senza citare Galileo Galilei.
È il re di questa celebrazione. La sua vita e mostre d'arte sono state innumerevoli, e in tutto il mondo, e hanno offerto migliaia di conferenze che hanno parlato della sua biografia e le sue ricerche. E' stato artefice di una rivoluzione scientifica, e del primo utilizzo di un telescopio per osservazioni astronomiche. A lui si deve scoperte come i satelliti galileiani, le fasi di Venere e il rilievo lunare. Ha inoltre studiato le macchie solari e portato grande conoscenza per la fisica del movimento.

Ma ecco che presentiamo i partecipanti al secondo Carnevale della Fisica. Tenuto conto della data devo congratularmi con tutti i partecipanti che hanno speso tempo per scrivere il loro contributo in questo turbinio di incontri tra la famiglia e gli amici durante le festività.

Ringrazio tutti per il loro impegno in questa celebrazione.



Visualizza Carnevale della Fisica in una mappa di dimensioni maggiori


Manu Arregui Biziola de Bergara (Guipúzcoa), autore di The Navigator, ci ha inviato un contributo in castigliano ed euskera. Ha scritto un post su "I colori dell'Universo". Sono nebulose quelle mostrate nella foto? Nel suo lavoro proverà con una una breve risposta a chiarire definitivamente la questione.



Sánchez Fernández-Germain da Tres Cantos, è l'autore del blog "El neutrino". Per questo Carnevale ci offre due articoli. "La forte influenza della luna", che spiega l'influenza delle maree sulla Luna, illustrato con un video e "Oh, bella ragazza, baciami!", Che riassume le classi spettrali delle stelle sotto un titolo suggestivo.



Gerardo Blanco di Buenos Aires (Argentina), è l'autore del popolare blog Ultime Notizie dal Cosmo. Il contributo è intitolato Unità di lunghezza in astronomia. Si tratta di un articolo sulle misure raccomandate l'universo che si distingue per la sua chiarezza con una animazione interattiva, che rende il lettore un partecipante attivo.


Sergio-Palacios, Lugones (Asturias), è l'autore del blog Fisica nella Fantascienza e ci ha dato per questa seconda edizione del Carnevale un contributo divertente su Babbo Natale, immaginando i suoi problemi con l'energia di cui ha bisogno per far fronte ai propri lavoro. Il suo titolo è Oh, oh, oh, ... Boom!
Chi ha detto che la fisica non è divertente?


Alella-Rael Garcia, di Barcellona, autore del blog rtfm.esha scritto un lungo articolo sulla storia dell'atomo, chiamato l'atomo indivisibile, e in particolare sui contributi importanti di Avogadro per la chimica del piccolo. Fondamentali conoscenze di ogni fisico.


Iván García-Cubero, di Oviedo, ha scritto un articolo dal titolo: "E' veramente freddo il metallo?". È possibile trovare questo contributo sul suo blog "Wis Physics". Questo lavoro nasce da una frase che l'autore ascoltato in un programma radiofonico dove si affermava che il metallo era freddo. È lo stesso che dire che il metallo è freddo o sentire freddo il metallo? Ivan dà una risposta scientifica a questa domanda.



Ferney-Bogota, dalla Colombia, porta una storia da leggere attentamente per vederlo bloccato in fisica e capire. Il titolo "sta viaggiando più veloce della luce, e allora?" E 'nel suo Cosmotheoros blog, l'universo autodidatta.


Hawky Santander, autore del blog universo quantistico, ci offre una sintesi della conoscenza che abbiamo del pianeta Venere, passando attraverso la sua osservazione e l'esplorazione, così come brevi note per contemplare il pianeta nei prossimi mesi. Il titolo è "un tour di Venere".

Roi Oliva e Carlo Ferri di Pozuelo de Alarcón (Madrid) e di Barcellona, rispettivamente, sono gli autori del blog Gravedad Cero, e i fondatori del Carnevale della Fisica (insieme all'italiano Gravità Zero ndT) che ha attirato un gran numero di utenti. In questa seconda edizione, entrambi hanno redatto grandi articoli di divulgazione scientifica. Roi parla della "curvatura dell'Universo" tratta dalla ipotesi del tempo di Christopher Columbus riguardo le più recenti teorie sui molteplici dimensioni del nostro universo.
Carlo, nel suo articolo intitolato "Il neutrino e la balena", racconta di come a volte gli esperimenti scientifici su un ramo della scienza possano contribuire significativamente su un altro ramo, in questo caso come un esperimento volto a indagare i neutrini possano fornire dati sui modelli di comunicazione tra le balene.

"Ed infine il mio contributo. Per questa occasione ho deciso di scrivere un'introduzione a "stelle variabili Cefeidi", perché durante questo Anno Internazionale dell'Astronomia è stato una delle protagoniste grazie a Henrietta Leavitt.


E un grazie a tutti voi per la vostra partecipazione nella diffusione di questa meravigliosa iniziativa per la divulgazione della scienza. Vi auguriamo buone vacanze. Spero di leggervi nella prossima edizione del Carnevale che si terrà nel blog di Leonardo da Vinci.


Coloro che sono interessati possono visitare il social network creato appositamente per questi eventi. http://carnavaldelafisica.ning.com (*)


(*) il corrispettivo italiano è http://carnevaledellafisica.ning.com (ndT)

Nessun commento: