domenica 19 luglio 2009

THE DARK SIDE OF THE MOON

Mentre sul canale YouTube Nasa&Clips potete ammirare i bellissimi video educational delle storiche missioni spaziali, vi siete mai chiesti come si presenta la faccia nascosta della Luna? Quella non visibile della Terra?

La faccia nascosta della Luna è stata osservata per la prima volta nel 1959, grazie alla missione della sonda sovietica Lunik. Ecco la prima immagine inviata a Terra dalla sonda.


Ma se le prime foto sono state merito dell'Unione Sovietica, furono gli Stati Uniti con l'Apollo 8 e il suo equipaggio composto dagli astronauti Frank Borman, William A. Anders e Jim Lovell ad osservare direttamente la faccia nascosta il 24 dicembre 1968.

Così venne descritta dall'astronauta William Anders:
« La parte posteriore si presenta come se fosse un mucchio di sabbia in cui i miei figli hanno giocato per qualche tempo. È tutta picchiettata, senza definizione, solo un sacco di dossi e buche. »

In seguito, è stata osservata dai membri degli equipaggi delle missioni Apollo dalla 10 alla 17 e fotografato da numerose sonde lunari.

Quella delle prima immagine lunare nascosta fu un evento memorabile che fece molta impressione al pubblico. Si trattava di “svelare” qualcosa che l'umanità aveva potuto, fino ad allora, solamente immaginare.

L' immagine è più recente ed è stata presa dalla sonda Clementine nel 1994.

UN CLIC PER INGRANDIRE


Come possiamo notare dalle immagini la faccia nascosta del nostro satellite ha una una morfologia molto più accidentata: ricca di crateri e con molti meno mari lunari. La Terra, infatti, offre un'ottima protezione ai meteroriti nei confronti della faccia visibile (grazie alla sua forza di gravità) e molto meno in quella non visibi
le.

Mentre stiamo scrivendo, il Lunar Reconnaissance Orbiter, il cui lancio è avvenuto il 18 giugno 2009 sta continuando la sua missione orbitando attorno alla Luna e riprendendola con una risoluzione mai ottenuta prima. Qui i dettagli sul sito LRO.

Nel video seguente una ricostruzione del viaggio compiuto dalla sonda in questi giorni d'Estate.

Nessun commento: