Pagine

mercoledì 27 maggio 2009

L'OREAL PREMIA 5 DONNE DELLA SCIENZA


Un impegno costante nel premiare l’attività delle più brillanti scienziate.

Sono le Borse di studio “L’Oréal Italia Per le Donne e la Scienza”, assegnate anche quest’anno dalla giuria presieduta da Umberto Veronesi alle cinque studiose più meritevoli del nostro paese nel campo delle Scienze della vita e della materia. Le cinque giovani studiose riceveranno 15.000 euro ciascuna per continuare le loro ricerche nei migliori laboratori italiani.

Si tratta della genetista Anna Olivieri (28 anni, Università di Pavia), premiata per i suoi studi sul Dna mitocondriale nella domesticazione dei cavalli; dell’astrofisica Luisa Ostorero (35, Università di Torino), interessata alle galassie in gravità conforme; della chimica Valeria Righi (30, Università di Modena), impegnata nella lotta alle neoplasie cerebrali; dell’endocrinologa Cristina Ronchi (32, Università di Milano), per le sue ricerche sugli effetti della radioterapia nei pazienti con adenomi dell’ipofisi); e della psicologa Elisabetta Versace (30, Università Bicocca), studiosa degli stimoli linguistici.

Nato nel 1998 su iniziativa di L’Oréal e Unesco, For women in science è stato il primo premio internazionale dedicato alle donne che operano nel settore scientifico. Ogni anno cinque candidate, una per ogni continente, vengono premiate con un contributo di 100mila dollari. Vengono inoltre attribuite ogni anno 15 borse internazionali (di 40mila dollari) e numerose borse di studio nazionali a giovani ricercatrici.

IL PROSSIMO PREMIO

Dal 30 settembre di quest'anno scatterà la caccia alle nuove finaliste: sul sito del gruppo cosmetico sarà disponibile il bando e la domanda di ammissione per l'edizione 2010.

Approfondimenti anche su Galileo, giornale di scienza e problemi globali

Nessun commento: