domenica 11 settembre 2016

MANGIARE E SALUTE: TORNA LA SETTIMANA DEDICATA ALLA DIETA MEDITERRANEA

Dal 19 al 24 settembre partirà la seconda edizione di Mangiare & Salute. Durante la settimana dedicata alla dieta mediterranea sarà possibile consultare gratuitamente una visita con un biologo nutrizionista su www.mangiareesalute.it




Dopo il successo della prima edizione, anche a settembre di biologi nutrizionisti offriranno gratuitamente delle consulenze nutrizionali ai cittadini, aiutandoli a comprendere quanto un’alimentazione sana ed equilibrata, soprattutto il modello mediterraneo, sia importante per il mantenimento del loro buono stato di salute e come sia fondamentale programmare un percorso alimentare insieme a un professionista della nutrizione.

«A poche settimane dalla conclusione della prima edizione di “Mangiare&Salute” – racconta Ermanno Calcatelli, presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi – il Consiglio dell’Ordine ha voluto riproporre l’iniziativa e dare ascolto alle tante richieste di biologi che ci chiedevano di organizzare una nuova settimana dedicata all’alimentazione mediterranea. L’entusiasmo dell’intera categoria ci ha letteralmente contagiato, portandoci a ripetere l’iniziativa nel più breve tempo possibile».

La dieta mediterranea è un modello nutrizionale ispirato alle abitudini alimentari diffuse in alcuni paesi del bacino mediterraneo negli anni Cinquanta. Padre della dieta fu Ancel Keys, che per primo intuì la relazione tra alimentazione e stato di salute arrivando a evidenziare i benefici dello stile alimentare del Mediterraneo. «L’alimentazione mediterranea – spiega Ermanno Calcatelli –, riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio immateriale dell’Umanità, è uno “stile di vita alimentare” che si fonda sulla qualità degli alimenti, quali olio di oliva, cereali, frutta fresca o secca, verdure, una moderata quantità di pesce, latticini e carne, molti condimenti e spezie, il tutto accompagnato da vino o infusi, sempre in rispetto delle tradizioni di ogni comunità». 
Diversi studi hanno dimostrato che la dieta mediterranea presenta numerosi vantaggi per la nostra salute: aiuta a perdere peso, previene malattie cardiovascolari, in quanto mantiene sotto controllo colesterolo, trigliceridi, pressione arteriosa e il livello di zuccheri nel sangue, riduce il rischio di diabete, grazie a un elevato consumo di vegetali, cereali e un basso apporto di grassi e zuccheri. Inoltre, la dieta mediterranea, prevedendo l’integrazione di diversi alimenti, mantiene il cuore sano e facilita il mantenimento di un peso corporeo adeguato. 
«È fondamentale però – continua il presidente Calcatelli –, rivolgersi esclusivamente a professionisti nel settore della nutrizione, per intraprendere un percorso alimentare finalizzato non solo al dimagrimento ma anche al benessere e al ritrovamento del peso corporeo ideale». Sul sito www.mangiareesalute.it è già da ora possibile prenotare la propria visita gratuita, basta inserire il comune scelto per visualizzare l’elenco dei Biologi nutrizionisti aderenti all’inizativa.

6 motivi per consultare un biologo nutrizionista

Il Biologo nutrizionista ha sempre più consenso nella società di oggi, in quanto è un punto di riferimento per i cittadini che vogliono migliorare lo stato di salute o che vogliono cambiare È tipo di alimentazione. è un professionista laureato in biologia, biotecnologie o scienze della nutrizione umana specializzato in scienze dell’alimentazione o in campi affini (biochimica clinica, patologia clinica, microbiologia e virologia). In base ai suoi studi, possiede le competenze necessarie per valutare i fabbisogni nutrizionali e per elaborare profili personalizzati.

  • Ti aiuta a capire quali sono gli errori alimentari più frequenti
  • Ti guida sull’adeguata e corretta maniera di alimentarsi
  • Migliora il tuo stato di salute attraverso un nuovo regime alimentare
  • Ti sostiene psicologicamente per poter ottenere i risultati sperati
  • Crea un percorso di educazione alimentare personalizzato
  • Ti supporta durante il regime dietetico e il suo mantenimento


Il Biologo può autonomamente elaborare profili nutrizionali al fine di proporre un miglioramento del proprio benessere; può suggerire o consigliare integratori alimentari, stabilendone o indicandone anche la modalità di assunzione.
Può elaborare e determinare diete nei confronti di soggetti cui è stata diagnosticata una patologia, solo previo accertamento delle condizioni fisio-patologiche effettuate dal medico chirurgo; può determinare le diete ottimali per mense e diete speciali.

Nessun commento: