venerdì 26 agosto 2016

PERCHÈ UNA AZIENDA DOVREBBE APRIRE UN BLOG

"Bisogna iniziare a usare i blog. Non avevamo idea di che cosa aspettarci quando lanciammo il blog ufficiale di General Motors. Sorprendentemente avemmo cinquemila visitatori il primo giorno. Siamo entrati in contatto con migliaia di persone che altrimenti non avremmo mai raggiunto. Naturalmente potreste chiedervi se bloggare è importante quando la propria azienda è in un periodo di crisi. La mia risposta è sì"
Bob Lutz
Vice Chairman  - Global Product Development 
General Motors 

In tempi di crisi l'azienda che utilizza le opportunità concesse dalle nuove tecnologie ha più possibiltà di entrare in una spirale economica positiva e alimenta le possibilità di aumentare la propria visibilità e la propria popolarità su un terreno che sta diventando sempre più agguerrito e competitivo: il Web.

Un corporate blog (o blog aziendale) suscita interesse nel cliente. E aiuta l’azienda ad ottenere visibilità (in particolar modo sui motori di ricerca come Google) e consenso senza richiedere onerosi investimenti e tecnologie complesse.




Da un sondaggio di Ispo CLick 
per l’Osservatorio Blogger, “Universo Blog, chi li frequenta e perchè”,
viene rilevato che agli italiani i blog piacciono e tanto. Nonostante 
la diffusione massiccia dei social network, i blog vengono preferiti 
dagli italiani per riflettere e approfondire gli argomenti di interesse


I blog si sono rivelati dunque uno strumento di business molto efficace per le aziende: una chiave per sopravvivere alla recessione attraverso due operazioni di immagine: le relazioni e la fiducia,
canali  attraverso cui stabilire un contatto diretto con il proprio target, invitando i clienti ad esprimere i loro commenti su quanto l'azienda stessa ha da proporre.


PERCHÈ UNA AZIENDA DOVREBBE AVERE UN BLOG


1) Aumenta il numero di lettori e di potenziali clienti 

2) Le Aziende concorrenti italiane e straniere si sono già mosse 

3) il blog è uno strumento adatto alle PMI 

4) Permette di avere un dialogo diretto con i proprio clienti e potenziali tali  

5) È uno strumento che può essere utilizzato per dialogare con i propri dipendenti e collaboratori

6) È un ottimo strumento per veicolare contenuti promozionali dell'azienda 

7) Migliora il posizinamento su Google anche del sito principale  

8) I contenuti possono essere gestiti anche da persone non esperte in informatica

9) Consente all'azienda di dialogare in modo non informale e di essere sempre al centro dell'attenzione

10) Vi permette di diventare degli influencer, dei punti di riferimetno nel vostro settore. 


Un blog, tecnicamente, non è dissimile da un sito web che si affianchi
al sito principale di una azienda, ma che può soddisfare obiettivi
differenti: il lancio di un servizio, o di un prodotto; l’area per
raccontare l’azienda e le sue storie attraverso la voce del titolare o
dei manager, il confronto di esperienze di una azienda e la volontà di
indagare nuove forme di comunicazione.



Il blog dell'agevolatore di impresa Vikyanna
Inoltre, un blog serve ad accorciare le distanze tra cliente e azienda, fa capire meglio a quest’ultima cosa vogliono i propri committenti e, attraverso il riscontro diretto, consentire di correggere il tiro di eventuali errori di marketing in un modo più semplice e diretto.
Cancellare il corporate blogging dalla lista degli strumenti di marketing solo perché non se ne conoscono le dinamiche può farvi perdere una opportunità competitiva. Sforzarsi, invece, di avere un
approccio aziendale meno istituzionale sembra essere la nuova strada per avvicinarvi ai clienti.



Il primo consiglio, utilizzando il blog come strumento di dialogo,  è quello di abbandonare lo stile istituzionale tipico  del comunicato stampa o della presentazione da sito web aziendale e di rivolgersi ai propri lettori in maniera informale, diretta e soprattutto
onesta.




Altri aspetti da non sottovalutare sono i requisiti che   imprescindibilmente devono possedere le persone o la persona che   scrivono sul blog, quali la padronanza della materia e la dote di   comunicare. Entrambi questi fattori costituiscono il mix perfetto   affinché i post scritti catturino l’attenzione del lettore.   Naturalmente un blog aziendale richiede una pianificazione attenta. Si   tratta di un elemento che deve divenire parte della strategia di   comunicazione aziendale.     Aprire un blog è semplicissimo, fare un flop altrettanto facile.


Quello in cui occorre investire, dunque, è nel rinnovamento   dell’approccio dell’azienda al mondo esterno. Per questo è meglio   affidarsi a professionisti della comunicazione digitale: servono una   strategia e una pianificazione graduale, per evitare sgradevoli effetti   boomerang, che possono influire sulla reputazione del marchio.


4 ESEMPI DI BLOG AZIENDALI DI SUCCESSO



L'OREAL



DELL



GENERAL ELETRIC



SQUARESPACE



Nessun commento: