giovedì 14 luglio 2016

"SCRIVO CHE È UN PIACERE": STABILO COINVOLGE LE SCUOLE DEL PIEMONTE

Successo confermato per il progetto regionale piemontese: oltre 1.400 kit distribuiti nelle scuole, circa 400 elaborati realizzati per partecipare al concorso, 20 classi premiate e numerose insegnanti presenti ai seminari nel corso dell’anno scolastico appena terminato.

stabilo
Scrivo che è un piacere: progetto Stabilo 



Il progetto didattico regionale “Scrivo che è un piacere”, promosso nelle scuole piemontesi da STABILO, azienda leader mondiale nel settore evidenziatura, colore e scrittura [1], ha ricevuto tantissimi consensi nel corso dell’anno scolastico 2015/2016. 

L’iniziativa ha registrato, infatti, ben 1.420 richieste di kit educativi, messi gratuitamente a disposizione da STABILO nelle Scuole dell’Infanzia e nelle prime 3 classi delle Scuole Primarie della regione Piemonte. 

Il progetto scuola “Scrivo che è un piacere” è nato con l’obiettivo di sostenere i bambini durante l’importante e delicata fase di apprendimento della scrittura, attraverso la linea di prodotti ergonomici STABILO EASY Start, strumenti ideati ad hoc per aiutare i più piccoli a muovere i primi passi nel mondo della scrittura. Secondo una ricerca condotta da Dialego Ag in 3 Paesi europei nel 2010, infatti, la fatica di scrivere affligge l’80% dei bambini2. Per prevenire tali problemi, ogni kit ideato da STABILO è accompagnato da una guida docenti, da un opuscolo informativo per i genitori e da esercizi ludico-motori per aiutare i più piccoli a compiere con naturalezza i movimenti della scrittura.

Nell’ambito del progetto educativo rientra anche lo speciale concorso “Scrivo che è un piacere”: per le classi, in premio 20 ricche dotazioni di prodotti STABILO, da conquistare sulla traccia della proposta “Ti scrivo che è un piacere… dal mio Piemonte”. Una bella occasione per dare modo ai bambini di raccontare il rapporto con il proprio territorio attraverso un gesto grafico che nasce come autentica espressione del legame con l’ambiente che li circonda. A valutare gli oltre 400 elaborati pervenuti, una giuria qualificata composta da Magda Borsani, Marketing Manager della filiale Italiana di STABILO, Chiara Molaroni, consulente progetti educational, Donatella Novelli, art director, Gessica Francaviglia, educatrice, e Denise Ballor, titolare della cartoleria Omnia di Moncalieri (TO), che si è riunita nella giornata di giovedì 30 giugno a Milano per valutare le opere dei piccoli artisti in base a criteri di originalità, aderenza al tema e abilità creative.

A completamento dell’iniziativa, STABILO si è rivolta alle insegnanti condividendo il know-how maturato in anni di studi e ricerche in ambito ergonomico e di psico-motricità infantile attraverso seminari organizzati sul territorio per parlare di corretta impugnatura e promozione della scrittura manuale. Nell'anno scolastico 2015/2016 sono stati organizzati seminari a Torino, Chieri e Cirié.

“Scrivo che è un piacere” ha riscontrato grande successo e interesse nell’anno scolastico appena terminato, confermandosi un’idea vincente e continuando anche nell’anno scolastico 2016/2017. Nel ringraziare tutte le scuole piemontesi che hanno partecipato, mettendosi in gioco con impegno e creatività, STABILO rinnova l’invito alle insegnanti delle Scuole dell’Infanzia e delle Scuole Primarie a prendere parte al progetto.

stabilo


Ad aggiudicarsi gli ambiti premi STABILO, le seguenti classi vincitrici del concorso “Scrivo che è un piacere”, accompagnate dalle relative insegnanti: 

Scuola dell’Infanzia 
  • Sezione Arcobaleno della Scuola dell’Infanzia Cottolengo di Brusasco (TO) – Insegnante: Pierangela Ferrero 
  • Sezione 5/6 anni della Scuola dell’Infanzia Arcobaleno di Pontestura (AL) – Insegnante: Elisa Liguori 
  • Sezione B della Scuola dell’Infanzia Colibrì di Moncalieri (TO) – Insegnante: Pierangela Tumiati 
  • Sezione Leprotti della Scuola dell’Infanzia Bambi di Chivasso (TO) – Insegnante: Annamaria Vogliotti 
  • Intersezione della Scuola dell’Infanzia Chiariglione di Cirié (TO) – Insegnante: Paola Fé 

Classi I della Scuola Primaria 

  • Sezione Unica della Scuola Primaria Amaretti di Poirino (TO) – Insegnante: Donatella Cavaglià 
  • Classe 1° della Scuola Primaria E. Araudi di Vallo Torinese (TO) 
  • 1° G/H della Scuola Primaria G. Berruto di Baldissero Torinese (TO) – Insegnante: Marina Furlan 
  • 1°A della Scuola Primaria Giosuè Carducci di Busca (CN) – Insegnante: Laura Bellino 
  • 1°B della Scuola Primaria Giosuè Carducci di Busca (CN) – Insegnante: Egle Gagliardi 

Classi II della Scuola Primaria 
  • Sezione Unica della Scuola Primaria Amaretti di Poirino (TO) – Insegnante: Donatella Cavaglià 
  • Classe 2° della Scuola Primaria Anna Frank di Arona – Insegnante: Sonia Cesare 
  • Sezione Unica della Scuola Primaria Paritaria San Vincenzo di Novara – Insegnante: Giovanna Metrangolo 
  • 2°B dell’Istituto Maestre Pie di Bologna – Insegnante: Anna Fiorenzo 
  • Sezione Unica della Scuola Primaria E. Bona di Sordevolo (BI) – Insegnante: Marianna Sicignano 

Classi III della Scuola Primaria
  • 3°A della Scuola Primaria Paolo Nicotera di Arona (circolo didattico di Arona) – Insegnante: Francesca Rossano
  • 3°C dell’Istituto Comprensivo di Cuneo – Insegnante: Enrica Garelli 
  • 3°A della Scuola Primaria Amaretti di Poirino (TO) – Insegnante: Paola Musso 
  • 3°F della Scuola Primaria Duchessa d’Aosta di Rivalta di Torino (TO) – Insegnante: Ilaria Delle Grottaglie 
  • 3°D dell’Istituto Comprensivo di Cuneo – Insegnante: Enrica Garelli 

1] Fonte: dati di vendita al consumatore finale GFK, 2014/15
2] Ricerca commissionata da STABILO a Dialego AG, condotta nel 2010 in Germania, Francia e Inghilterra su un campione di alunni frequentanti la Scuola Primaria.



Nessun commento: