giovedì 30 giugno 2016

BAMBINI COLPITI DA ICTUS: RECUPERARE SI PUÒ

Sulla rivista Clinica e Benessere questa settimana parliamo di  Fight The Stroke: una associazione che si occupa di difendere i diritti dei bambini sopravvissuti all’ictus e del progetto MirrorAble: una piattaforma interattiva video-riabilitativa, destinata alle famiglie con bambini con disabilità motorie, derivanti da lesioni al sistema nervoso centrale.

Visita medica - Shutterstock 

Il principio scientifico su cui MirrorAble si basa è la capacità di stimolare la plasticità del sistema motorio attivando il meccanismo dei neuroni specchio, semplicemente guardando delle video-storie ed esercitandosi con altri bambini con bisogni simili. 

La disponibilità di Mirrorable ‘in the cloud’ ne consente la diffusione geografica ad ampio spettro, abbassando i costi di distribuzione, i dispendi di tempo per le trasferte, l’affollamento delle strutture di riabilitazione attive sul territorio. Non esclude tuttavia il ruolo dell’operatore sanitario, anzi lo potenzia, fornendogli un set di dati utile a misurare e stabilire obiettivi via via incrementali.

Mirrorable, inoltre, per la prima volta abilita un processo di raccolta dati e di registro unico delle diverse casistiche, trasformandosi così in uno strumento in grado di elaborare dati e trarne evidenze statistiche utili per studiare le diverse lesioni cerebrali e sviluppare nuove strategie di riabilitazione

Mirrorable è la terapia riabilitativa a domicilio che mette le famiglie al centro del processo di guarigione. Proprio il ruolo della famiglia, infatti, è uno dei valori portanti di Fight The Stroke poiché la propria abitazione, i propri giochi, la relazione in presenza dei propri cari aumenta il livello di efficacia del processo di guarigione.

Questi sono anche i motivi grazie ai quali MirrorAble è rientrato nei 18 progetti selezionati e sostenuti dalla Fondazione Vodafone Italia tramite “Digital for Social”, il bando per la digitalizzazione del Terzo Settore realizzato in collaborazione con Gruppo 24 ORE.

Approfondimenti del progetto su Clinica e Benessere 

Nessun commento: