venerdì 25 marzo 2016

INNOVAZIONE DIGITALE PER DARE PIÙ INFORMAZIONE ALLE IMPRESE

Il progetto Discovery24 conquista 530mila euro di supporto del fondo DNI di Google e affianca il programma Frontiere nell’azione di Fondazione Golinelli ed IIT per la formazione in scienza e tecnologia.



Essere competitivi nell’economia della conoscenza significa avere accesso a informazioni selezionate e sapere come trasformarle in innovazioni con un valore sul mercato. 


Nei prossimi mesi gli imprenditori italiani ed europei avranno una marcia in più su questo fronte grazie a Discovery24, il progetto presentato da Fondazione Golinelli di Bologna, Expert System, con la collaborazione di Nòva, il settimanale di innovazione e tecnologia de Il Sole24Ore e dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT). Discovery24 è, infatti, stato selezionato per il cofinanziamento del Digital News Initiative Innovation Fund (digitalnewsinitiative.com), il fondo di Google per l’innovazione digitale nel giornalismo emergendo come il più grande progetto finanziato in Italia in questo primo round che ha assegnato 27 milioni di euro in 23 paesi europei (digitalnewsinitiative.com/images/map-results.gif). Il progetto, al quale è stato accordato un sostegno di 530mila euro, svilupperà un sistema per cercare e trovare informazioni operative sulle ultime novità generate dalla ricerca scientifica globale al servizio delle imprese. Gli strumenti semantici e di intelligenza artificiale messi a punto dalla modenese Expert System, uno dei leader del settore, saranno costantemente arricchiti dal lavoro umano, di ricercatori e giornalisti. L’output, Discovery24, sarà un sistema giornalistico ad alto contenuto di tecnologia con servizi dedicati per imprese, sia già affermate che start-up, e per il settore della formazione imprenditoriale. 

Discovery24 è il primo progetto nato all’interno del programma di collaborazione tra Fondazione Golinelli e Istituto Italiano di Tecnologia annunciato lo scorso dicembre per lo sviluppo di iniziative di formazione, ricerca e innovazione volte ad aumentare la capacità competitiva del sistema italiano.

Nelle prossime settimane Fondazione Golinelli e IIt lanceranno anche il progetto Frontiere pensato per il mondo della formazione che vedrà la produzione di video sugli ultimi progressi della ricerca nel campo delle nanotecnologie, delle scienze della vita e della robotica con il supporto dei migliori ricercatori del settore. Frontiere nasce con lo scopo di potenziare l’attività di formazione permanente degli insegnanti di tutte le scuole per la promozione dell’innovazione scolastica a livello nazionale. I video di Frontiere saranno in parte liberamente fruibili in rete, mentre i materiali sviluppati per insegnanti e studenti delle superiori, così come per la formazione aziendale, saranno erogati in base ad accordi specifici.

ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA

L’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) è un centro di ricerca che adotta il modello della Fondazione di diritto privato istituita con la Legge 326/2003 e sotto la vigilanza del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e del Ministero dell'Economia e delle Finanze, con l'obiettivo di promuovere l'eccellenza nella ricerca di base e in quella applicata e di favorire lo sviluppo del sistema economico nazionale. Lo staff complessivo di IIT conta circa 1440 persone. L’area scientifica è rappresentata da circa l’85% del personale. Il 45% dei ricercatori proviene dall’estero: di questi, il 29% è costituito da stranieri provenienti da oltre 50 Paesi e il 16% da italiani rientrati.

La produzione di IIT vanta oltre 6000 pubblicazioni, più di 300 domande di brevetto attive, numerose start up costituite e in fase di lancio. Nella sede di Genova collaborano dipartimenti di Robotica (“Robotica, Cervello e Scienze Cognitive” e “Robotica Avanzata”), dipartimenti orientati alle scienze della vita (“Neuroscienze e Tecnologie del Cervello”, e “Scoperta e Sviluppo Farmaci”) e facility di “Nanochimica”, “Nanofisica”, “Pattern Analysis & Computer Vision” e “iCub Facility”. Dal 2009 l’attività scientifica è stata ulteriormente rafforzata con la creazione di dodici centri di ricerca nel territorio nazionale (a Torino, Milano, Trento, Parma, Ferrara, Roma, Pisa, Napoli, Lecce) e 2 dislocati in USA (presso il MIT e l’Università di Harvard) che, unitamente al Laboratorio Centrale di Genova, sviluppano i programmi di ricerca del piano scientifico 2015-2017.


FONDAZIONE GOLINELLI

La Fondazione Golinelli di Bologna è una fondazione riconosciuta a livello nazionale con DPR del 2 ottobre 1989 ed è oggi l’unico esempio italiano di fondazione filantropica privata totalmente operativa, ispirata al modello delle fondazioni filantropiche americane, che si occupa – in maniera integrata - di educazione, formazione e cultura. Fondazione Golinelli è un punto di riferimento nel campo della promozione della cultura scientifica e opera per la crescita culturale e responsabile dei giovani e della cittadinanza in tutti i nuovi campi del sapere. Uno degli obiettivi strategici più importanti è quello di fornire ai giovani (soprattutto in età scolare), indirizzi e strumenti che consentano loro di crescere responsabilmente, civilmente e socialmente, favorendo il sorgere di comportamenti etici, per una società più coesa. Nuova casa della Fondazione Golinelli è Opificio Golinelli, cittadella per la conoscenza e la cultura, inaugurata a ottobre 2015: nei 9 mila metri quadri di Opificio si svolgono le principali attività formative, didattiche e culturali della Fondazione. La Fondazione Golinelli lancia per i prossimi anni il progetto Opus 2065. Gli obiettivi principali del progetto sono tre: lo sviluppo di nuove forme altamente innovative di formazione dei giovani e degli insegnanti; un centro di ricerca su campi futuribili del sapere; un fondo per il supporto di nuove attività imprenditoriali. Il progetto Opus 2065 si apre a collaborazioni con enti pubblici e privati, nazionali e internazionali.


EXPERT SYSTEM

Expert System, quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, è specializzata nell'analisi delle informazioni non strutturate e nella gestione dei big data. Ha sviluppato e brevettato la tecnologia semantica Cogito che, applicando algoritmi di intelligenza artificiale alla elaborazione dei testi, supporta aziende e organizzazioni governative a gestire efficacemente grandi quantità di documenti. Fra i principali clienti del Gruppo, che ha sedi in Italia, Francia, Spagna, Germania, UK, USA e Canada: Shell, Chevron, Gruppo Eni, Intesa Sanpaolo, Ely Lilly, BAnQ (Bibliothèque et Archives nationales du Québec), Bloomberg BNA, Elsevier, The McGraw-Hill Companies, Thomson Reuters, Wolters Kluwer, Networked Insights, Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, Dipartimento di Giustizia e Dipartimento delle Difesa degli Stati Uniti (DTRA).


NOVA

Nòva è l’inserto settimanale de Il Sole24Ore dedicato alle nuove tecnologie e alla cultura dell’innovazione. Lanciato nel 2006 è diretto da Luca De Biase.

Nessun commento: