giovedì 22 gennaio 2015

Da CAMEO 1 € ALLA RICERCA PER OGNI TWEET. GIÀ RACCOLTI 40.000 EURO

Lodevole iniziativa da Cameo che ha donato ad AIL 1€ contro la leucemia per ogni tweet o condivisione sui social network con hashtag #AuguriMuuMuuXAIL raggiungendo così, in poco tempo, la quota di 40.000 euro donati alla ricerca. 
Il sito dell'iniziativa è  www.auguri.muumuu.it 



Muu Muu compie gli anni e Cameo ha voluto fare un regalo speciale ai bambini dell’AIL, Associazione Italiana contro Leucemie-Linfomi e Mieloma. Per ogni foto postata è stato donato 1 euro per la ricerca medico-scientifica. L'iniziativa ha avuto un tale successo che sono già stati raggiunti  i 40.000 € donati alla ricerca.

L'Associazione Italiana Leucemie e Cameo, nota azienda di prodotti alimentari, hanno infatti stretto un importante accordo che aveva cominciato a girare mesi fa su Twitter, Facebook e Instagram.
Si tratta di una divertente campagna virale che ha una buona causa:  aiutare l'Associazione Italiana contro Leucemie-Linfomi e Mieloma ONLUS, che dal  1969 lavora a favore della ricerca scientifica e a fianco del paziente ematologico.

MARKETING IN AIUTO ALLA RICERCA

Scattando una foto e postaandola su Facebook, Twitter o Instagram con hashtag #AuguriMuuMuuXAIL Cameo ha donato 1€ ad AIL, che lo ha utilizzato per finanziare i progetti di lotta contro le leucemie.

Si è potuto partecipare  all’operazione in due modi:

NEI CENTRI COMMERCIALI CON LA MASCOTTE MUU MUU
  • Sul sito web dell'iniziativa si poteva trovare  lo spazio dedicato a Muu Muu all’interno dei centri commerciali (l’elenco dei centri commerciali interessati è pubblicato sul sito www.auguri.muumuu.it
  • Scattare una foto con la mascotte Muu Muu 
  • Accettare, a mezzo elettronico attraverso la apposita app, che la sua foto possa essere pubblicata sul sito www.auguri.muumuu.it 
ATTRAVERSO I SOCIAL NETWORK
  • Accedendo con un account ad uno dei seguenti social network: facebook, instagram, twitter 
  • Postando pubblicamente una foto con gli auguri di buon compleanno a Muu Muu 
  • Accompagnando il post con l’hashtag #auguriMuuMuuXAIL 


Alimentazione ragazzi - Shutterstock



LA RICERCA RINGRAZIA   

Come avrete intuito, si tratta di una campagna promozionale che ci ha coinvolto tutti: a noi non è costato nulla e anzi è stato molto divertente.
Cameo, d'altra parte, invece di spendere soldi in costose campagne pubblicitarie, devolve interamente la somma in beneficenza alla ricerca scientifica,  reinvestendo in progetti lodevoli,  con la speranza di salvare molte vite.

Cameo ha già raggiunto la cifra di 40000 € da devolvere ad AIL. Per ogni foto postata è stato devoluto 1 euro. Tutti coloro che hanno partecipato hanno,  gratuitamente,  aiutato la ricerca.


PROGETTO SCUOLE MUU MUU 

Con Muu Muu a scuola di alimentazione è il progetto di educazione alimentare realizzato da cameo, rivolto alle classi della scuola primaria di tutta Italia. L’iniziativa ha come mascotte la mucca Muu Muu, che guida i bambini in un coinvolgente percorso di apprendimento che prende in considerazione i diversi aspetti del rapporto con il cibo, in sintonia con il tema di EXPO 2015  “Nutrire il Pianeta, Energie per la Vita”.

CAMEO 

Cameo è la consociata italiana, di Desenzano del Garda, della multinazionale Dr. Oetker, presente in oltre 40 paesi, in tutti e cinque i continenti. Il gruppo ha sede a Bielefeld, in Germania, ed ha circa 9.000 dipendenti nel mondo.  Da oltre 80 anni, Cameo è presente nelle case degli italiani con più di 200 prodotti, che ne fanno una delle marche più conosciute e amate dai consumatori.

AIL 

L'Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e Mieloma è stata costituita a Roma l’8 aprile 1969 ed è riconosciuta con Decreto del Presidente della Repubblica n. 481 del 19/09/1975 
È impegnata da 40 anni nella lotta contro le malattie del sangue con le 81 sezioni provinciali.
Il ruolo fondamentale dell’AIL è l’attività svolta in simbiosi con i principali Centri di ematologia, sia universitari che ospedalieri, a favore dei malati per migliorarne la qualità della vita ed aiutarli nella lotta che conducono in prima persona contro la malattia.

Nessun commento: