giovedì 19 giugno 2014

L'OROLOGIO MECCANICO "MELLONCELLI" DI MONTEFIORE DELL'ASO

Segnaliamo un evento relativo alla storia della scienza e della tecnologia con focus specifico sulle misure del tempo. 

La Piazza della Repubblica di Montefiore dell’Aso è il luogo in cui i due antichi castra montefiorani nel XIII Secolo si sono uniti per dare vita al centro urbano montefiorano. La scalinata che da via Leopardi porta alla piazza ha ancora i segni dell’antico fossato a protezione di uno dei due castelli. Sulla sommità di quella scalinata si erge la Torre Civica progettata nel 1776 dall’architetto svizzero Gianbattista Fontana (fonte: studi del Prof. G.Ottaviani).

In quella torre, imponente e slanciata verso il cielo, dagli angusti passaggi interni, dopo tortuose scalinate, si giunge ad una camera nella quale il meccanico Ennio Melloncelli appositamente venuto da Sermide, cittadina nella provincia di Mantova, montò il suo splendido orologio meccanico voluto dalla cittadinanza di Montefiore dell’Aso. L’anno 1842 è inciso su una campana che verosimilmente è stata riutilizzata dall’orologio stesso. Un’altra data incisa sulla campana principale indicante 1776, non è riconducibile all’orologio, in quando è noto per certo che la ditta “Ennio Melloncelli” iniziò ad operare solo dal 1842. Come da prassi, l’orologio meccanico era in tandem con un orologio solare (per il riscontro delle ore) posto sulla parte est della stessa piazza, orologio ahimè cancellato nel corso degli anni ’60 del 900, ma ora oggetto d’interesse per un eventuale restauro/recupero (disegno preparato Prof. Giampaolo Valori e Paolo Piatti) previsto per luglio 2014.

Uno degli ultimi concorso pubblici per il cosiddetto “moderatore” (ossia la persone responsabile di ricaricare gli orologi comunali) risale agni anni ‘80 , successivamente a quella data, l’orologio meccanico si è arrestato per dare spazio ad un orologio elettrico che dà movimento alle lancette che si vedono dalla piazza. Da quel momento l’orologio meccanico Melloncelli è finito nell’oblio e sotto l’attacco inesorabile della corruzione chimica.

Dopo diversi sopralluoghi, nei primi giorni di maggio del 2014, grazie all’interesse di un gruppo di restauratori, l’orologio è stato, dopo smontaggio, trasferito dalla sede originale, ormai assolutamente non adatta alla conservazione di quel meraviglioso gioiello di meccanica ottocentesca, ad un laboratorio per essere sottoposto ad un intenso restauro conservativo e funzionale. In occasione della XII Infiorata di Montefiore dell’Aso, il laboratorio di restauro dell’orologio Melloncelli sarà aperto al pubblico.
Il progetto di restauro dell’orologio Melloncelli prevede l’allestimento di uno spazio museale nel quale conservare l’orologio stesso unitamente ad altri orologi e cimeli della tecnologia della misura del tempo montefiorana. L’apertura di questo spazio museale è prevista per i primi giorni di agosto, per il momento non ci resta che goderci l’orologio Melloncelli ancora in restauro presso i laboratori allestiti presso il Palazzo Montanti in Corso XX Settembre a Montefiore dell’Aso (AP) nei giorni, 21 giugno 2014 dalle 18.00 alle 24.00, 22 giugno dalle 10.00 alle 18.00 (ingresso gratuito).

Il restauro totalmente a titolo pro-bono è affidato all’ing. Oronzo Mauro in qualità di curatore scientifico e alle maestranze montefiorane (falegnameria Guido Cossignani, Clemente Santarelli, Giampaolo Valori, Renzo Alesiani ed altri).

Laboratorio di Restauro Aperto - Orologio Meccanico "Melloncelli" della Torre Civica di Montefiore dell'Aso (AP), 21 e 22 giugno
Per info e contatti: info@comune.montefioredellaso.ap.it

Nessun commento: