lunedì 18 febbraio 2013

IL SEGRETO DELLA RICCHEZZA CON PIERO ANGELA A TORINO

Perché non c'è sviluppo senza ricerca, legalità e meritocrazia

Sembra che gli organizzatori di GiovedìScienza abbiano doti di preveggenza.
A meno di tre giorni dal voto Piero Angela parlerà di scelte politiche e rilancio dell’economia e dirà una cosa che deve farci riflettere: una classe politica diversa da quella che abbiamo imparato a conoscere nei suoi privilegi, costi e corruzione è assolutamente necessaria ma non è sufficiente per rimettere il nostro paese sulla strada dello sviluppo; anzi, per certi versi una classe politica migliore è più la conseguenza che il motore di un paese che funziona. 

Il motore vero è la ricerca, una buona scuola, l’apertura all’Europa e al mondo, il riconoscimento del merito e quindi lo spazio dato ai più bravi. Un paese che abbia queste cose è in grado di competere sulla scena mondiale, e di riflesso svilupperà anche una classe politica migliore. 

Giovedì 21 Febbraio 2013 Ore 17.45
Teatro Colosseo Via Madama Cristina 71 Torino
INGRESSO LIBERO


“La macchina della ricchezza” – questo il titolo della conferenza – avrà i soliti 1400 spettatori del teatro Colosseo ma sta crescendo anche un altro pubblico: quello che si riunisce al Future Centre di Telecom Italia a Venezia, collegato in diretta in video conferenza ad alta qualità, grazie alla rete a larga banda in fibra ottica. Il che significa che gli spettatori di Venezia possono fare domande e interagire come chi sta in teatro a Torino. Con la sempre maggiore efficienza dei collegamenti Internet cresce anche il pubblico che segue GiovedìScienza in streaming sul web. Così i fans di Piero Angela potranno votare con qualche informazione in più. Eccone una: l’Italia, che lotta per restare l’ottava potenza economica mondiale, è al 21° posto per investimenti in ricerca. Ci precede la Spagna e segue l’Ungheria.

Le puntate precedenti dei Giovedì Scienza sono sul canale YouTube



Piero Angela,
torinese, giornalista e scrittore, da oltre trent’anni realizza per la televisione inchieste e programmi su temi scientifici, tecnologici, ambientali ed economici. “Quark” e “Superquark” sono i marchi del suo successo televisivo. Ha scritto 32 libri, alcuni tradotti in inglese, tedesco, francese e spagnolo, con una tiratura complessiva di oltre due milioni e mezzo di copie. Ha ottenuto premi in Italia e all'estero (per esempio negli Stati Uniti e in Giappone), ha ricevuto il premio internazionale Kalinga dell'Unesco per la divulgazione scientifica e la Medaglia d’oro per la Cultura dal Presidente della Repubblica Ciampi. Per la qualità della sua attività divulgativa gli sono state conferite otto lauree honoris causa. Tra queste, lo rende particolarmente fiero quella della Facoltà di Scienze MFN dell’Università di Torino. È socio fondatore dell’Associazione CentroScienza Onlus.





Nessun commento: