Pagine

venerdì 2 dicembre 2022

Strappi e contratture muscolari durante lo sport: cause e sintomi



Con il termine “contrattura muscolare”, si fa riferimento alle lesioni muscolari provocate dalle contrazioni dei muscoli. In genere, le contratture si verificano quando il tessuto muscolare viene sollecitato da carichi eccessivi, e colpiscono principalmente i muscoli delle gambe, della coscia, il ginocchio, il muscolo trapezio, e i muscoli lombari e dorsali, provocando dolori agli arti inferiori oppure alla spalla, al collo e alla schiena. 

Cause e fattori di rischio

Le contratture muscolari possono essere molto frequenti e dipendere da svariate cause. Si tratta, in ogni caso, di traumi diretti, che si verificano a seguito di una sollecitazione del muscolo e causano rotture delle fibre muscolari, il che può provocare anche una lombalgia acuta. In genere, sono gli sportivi che subiscono contratture, in seguito a sforzi troppo intensi, riscaldamento non adeguato, movimenti improvvisi e/o involontari, allenamenti troppo intensi rispetto alla preparazione muscolare, muscoli deboli oppure movimenti scoordinati. Tuttavia, ci sono anche delle cause che non dipendono dallo sport. Ad esempio, le contratture si potrebbero verificare quando si sollevano carichi pesanti, quando si tiene una postura scorretta, in caso di sovrappeso, gravidanza oppure infezioni muscolari. È possibile citare anche quelli che vengono definiti “fattori di rischio”, ovvero la disidratazione; la carenza di sodio, magnesio, potassio e Sali minerali (che permettono il bilanciamento della contrazione e del rilassamento dei muscoli); stress eccessivo che causa l’irrigidimento dei muscoli; esposizione a basse temperature (il freddo riduce l’afflusso di sangue nei muscoli); malattie metaboliche come il diabete, che impediscono una corretta ossigenazione dei muscoli; patologie e problematiche articolari di varia natura, che interferiscono con la contrazione dei muscoli, e, infine, il riposo senza un cuscino anatomico e un materasso in grado di supportare la muscolatura.

Come si manifesta la contrattura muscolare?

In caso di contrattura muscolare, i sintomi sono diversi. Come prima cosa, chi è colpito da questa problematica, avverte un dolore diffuso nella zona interessata. Oltre ai dolori muscolari, si verifica una mancanza di elasticità dei muscoli, con conseguente sensazione di rigidità, tensione e aumento del tono muscolare che limita i movimenti. I dolori aumentano con il movimento e, in alcuni casi, vi è anche la comparsa di lividi.  In caso di cervicalgia, cioè la contrattura dei muscoli del collo, trapezio e/o della scapola, possono verificarsi anche altri sintomi, come le vertigini, l’emicrania intensa, e la nausea, causata dall’irritazione del nervo vago.

Come prevenire la contrattura muscolare 

Il segreto per evitare la contrattura muscolare è la prevenzione. Le contratture, infatti, possono essere evitate adottando semplici accorgimenti, utili ad evitare gli infortuni, come ad esempio il riscaldamento e il giusto allenamento. L’intensità degli allenamenti e degli sforzi in generale, devono essere proporzionali al proprio livello fisico. Insomma, il trucco è essere consapevoli dei propri limiti e non esagerare, specie se si pratica uno sport. 

Nessun commento: