Pagine

venerdì 12 agosto 2022

Tutto ciò che c’è da sapere per pagare online in sicurezza

 


Oggi, pagare online rappresenta una pratica particolarmente diffusa. Non è raro, del resto, trovare su degli e-commerce più o meno conosciuti capi d’abbigliamento che ci fanno gola oppure oggetti utili per la casa difficili da trovare negli store fisici. Insomma, con una proposta variegata e in costante miglioramento poiché, potenzialmente priva di limitazioni organizzative, i negozi in rete si presentano come una scelta di punta per la soddisfazione dei bisogni degli utenti.

Per quanto consueta, comunque, questa pratica continua a nascondere alcune sconcertanti insidie. Non sempre, infatti, effettuare pagamenti online può essere sicuro. Specie per i meno avvezzi, è bene conoscere tutto ciò che è necessario sapere sui pagamenti digitali prima di procedere con transazioni potenzialmente pericolose. Ovviamente, oggi questo rischio è sceso al minimo, nonostante rappresenti ancora una possibilità fattiva. Nelle prossime righe, dunque, scopriremo alcuni consigli utili per pagare online in maniera sicura.
 
Pagamenti online sicuri: ecco da cosa stare lontani

Quando si naviga in rete, bisogna fare molta attenzione ai metodi di pagamento dei casino online, dei negozi e di tutti i servizi di rete che richiedono transazioni economiche. Purtroppo, infatti, sono diverse le tattiche con cui i criminali informatici truffano gli utenti attraverso pagamenti apparentemente sicuri, ma in realtà, ricchi di segnali d’allarme che indicano la loro natura fraudolenta.

È bene fare, quindi, attenzione a strategie come il phishing, ossia le e-mail contraffatte o gli altri mezzi con cui i truffatori inducono le potenziali vittime a fornire dati sensibili come le coordinate bancarie o le password. È necessario fare attenzione alla pratica del pharming, che avviene per mezzo di un malware presente nel sistema del computer che ci indirizza direttamente su siti contraffatti, nonostante abbiamo digitato correttamente l’URL.

Quest’ultima pratica risulta complementare allo spoofing, ossia alla diffusione di siti web contraffatti e indirizzi non sicuri che potrebbero installare malware indesiderati sul dispositivo. È consigliabile, inoltre, non utilizzare connessioni Wi-Fi ignote e potenzialmente non sicure per effettuare determinati tipi di transazioni.

I migliori consigli per una navigazione responsabile


In genere, i criminali informatici non puntano a persone specifiche, concentrandosi, piuttosto, su un target ampio di possibili prede incaute. Per questo, è buona norma conoscere la basi della navigazione sicura. Sebbene i grandi brand online, infatti, pongano grande attenzione nel garantire un’esperienza d’acquisto sicura, non è raro che i truffatori trovino dei modi subdoli per trarre in inganno gli utenti meno attenti.

Per questa ragione, consigliamo di prestare molta attenzione agli URL corretti dei siti, alla legittimità delle applicazioni e allo schema di colori e all’ortografia dei siti web che si visitano. È consigliabile, poi, effettuare acquisti su siti che presentino il criptaggio SSL, ossia la linea di comunicazione protetta tra PC ed e-commerce mostrata attraverso il lucchetto verde nella barra delle ricerche.

Ricevere comunicazioni poco consuete come richieste di informazioni personali o coupon troppo vantaggiosi nelle proprie caselle di posta elettronica è un altro campanello d’allarme utile. In ogni caso, è bene non farsi prendere dal panico e non assumere atteggiamenti paranoici quando si effettuano acquisti online. Lo scopo di questa guida, infatti, è quello di fornire gli strumenti giusti al fine di fronteggiare quest’esperienza nel migliore dei modi, rendendo possibile l’acquisto di beni o servizi difficilmente reperibili altrove.


Ulteriori accorgimenti

Un modo per salvaguardare le proprie transazioni in rete è quello di affidarsi esclusivamente ai propri device, in modo da non inserire dati sensibili su dispositivi estranei, magari connessi a rete pubbliche e, dunque, meno protette. Quando si utilizza la carta di credito è fondamentale conoscere i metodi di rimborso e le possibilità di protezione offerte da sistemi come PayPal e Google Wallet.

Inoltre, quando il rivenditore stesso offre garanzie di rimborso in caso di imprevisti o malfunzionamenti del prodotto, risulta un buon segno dal punto di vista dell’affidabilità. In ogni caso, è sempre opportuno adoperare password sicure e tenere i software dei dispositivi costantemente aggiornati, in modo da rendere ogni operazione più fluida.

Infine, è necessario utilizzare, sia su smartphone che dal computer, dei sistemi di protezione antivirus. In questo modo, infatti, le possibilità di essere attaccati da malware pericolosi si abbatteranno, così come il pericolo di rimanere vittime di operazioni fraudolente in rete.

Nessun commento: