sabato 23 febbraio 2019

La rivoluzione nel mondo delle misure spiegata ai ragazzi del Liceo Manzoni di Milano

Il 20 maggio 2019 entra in vigore il nuovo Sistema Internazionale delle unità di misura per far fronte alle esigenze presenti e future di scienza e tecnologia

“2019: un anno smisurato. Cambiano le unità di misura fondamentali” Incontro a cura dell’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRIM)




Una rivoluzione è alle porte nel mondo delle misure: nel 2019 cambia il Sistema Internazionale (SI) delle unità di misura, il linguaggio comune e condiviso che rende affidabili e confrontabili tra loro le misurazioni eseguite in ogni parte del mondo.

L’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRIM), che in Italia assicura precisione e affidabilità a ogni misurazione, continua la sua attività di informazione e formazione su questo argomento al Liceo Manzoni di Milano, per confrontarsi con i più giovani, ragazze e ragazzi che le unità di misura a scuola le studiano ancora.

Mercoledì 27 febbraio 2019, alle ore 11:15, presso il Liceo Classico Manzoni di Milano, si tiene infatti l’incontro “2019: un anno smisurato. Cambiano le unità di misura fondamentali”: quattro ricercatori INRIM - Michela Sega, Luca Callegaro, Enrico Massa e Marco Pisani - guidano il pubblico alla scoperta della metrologia, della sua storia e delle sue prospettive future. Modera il giornalista Federico Pedrocchi, autore e conduttore di programmi radiofonici e TV di scienza e tecnologia.

I quattro ricercatori scendono in campo per raccontare l’avventurosa storia della misurazione, dagli albori della civiltà ai tempi moderni, dal proliferare di sistemi diversi, a seconda delle aree geografiche, all’esigenza di utilizzare ovunque le stesse unità di misura, dall’istituzione del sistema metrico decimale all’organizzarsi della metrologia come scienza coltivata all’interno di appositi centri di ricerca, coordinati da organismi internazionali.



Nei secoli i riferimenti per misurare sono cambiati: dapprima il corpo umano e gli oggetti d’uso comune, poi le dimensioni della Terra, per arrivare a basarci sulle oscillazioni degli atomi e sulle leggi della fisica. I ricercatori presenteranno curiosi strumenti e sistemi di misurazione di altre epoche o di altri paesi, aiutando il pubblico a comprendere perché è così importante avere unità di misura ‘uguali per tutti i popoli e per tutti i tempi’, sia nella vita quotidiana, sia per sviluppare la conoscenza scientifica.

L’entrata in vigore del nuovo Sistema Internazionale delle unità di misura, decisa dalla Conferenza Generale dei Pesi e delle Misure nel corso della sua ultima riunione, tenutasi a Versailles dal 13 al 16 novembre 2018, è prevista a partire dal 20 maggio 2019, Giornata Mondiale della Metrologia.

L'innovazione consiste nella ridefinizione di tutte e sette le unità di misura di base – metro, chilogrammo, secondo, ampere, kelvin, mole e candela - in termini di costanti fondamentali della fisica.

I cambiamenti non sono del resto una novità per il Sistema Internazionale che, da sempre, è in costante evoluzione nell’intento di migliorare la capacità di misurare, rispondendo così alle sollecitazioni che provengono soprattutto dalla ricerca scientifica e dall’innovazione tecnologica.

Il metro campione, ad esempio, oggi non è più definito da una barra di platino-iridio, come agli albori del Sistema Internazionale, ma come distanza percorsa dalla luce nel vuoto in un determinato intervallo di tempo. In questo modo l’unità di misura della lunghezza è già stata legata da tempo a una costante fisica fondamentale - la velocità della luce - e non è più basata su un campione materiale.

Il chilogrammo, invece, fa ancora riferimento a un manufatto, il famoso cilindro di platino-iridio, conservato a Parigi, presso l’Ufficio Internazionale dei Pesi e delle Misure, e noto anche come 'Grand Kilo'. Questa definizione mostra appieno alcuni limiti dell’attuale Sistema Internazionale: il chilogrammo campione è un oggetto materiale e, come tale, non è immutabile - risulta infatti essere dimagrito di 50 microgrammi nel corso della sua esistenza – e per riprodurlo occorre recarsi a Parigi.

Vorreste partecipare all’incontro al Liceo Manzoni per saperne di più? Non temete, l’evento sarà trasmesso in streaming, per consentire il collegamento a tutte le scuole e a tutti coloro che sono interessati a questi argomenti. Al termine della conferenza, question time con il pubblico in sala e le persone connesse in streaming.


Streaming:

SIMISURA, www.simisura.it

Nessun commento: