mercoledì 9 gennaio 2019

PRIMA VISITA GRATUITA DAI DENTISTI DI BANCHETTE, IVREA

Numerosi dentisti e cliniche dentali per invogliare le persone ad affidarsi alle loro cure propongono la prima visita gratuita. Per quale motivo? Lo abbiamo chiesto ai medici dentisti di Banchette, Ivrea che operano alla Clinica Dentale Nova Ars Medica

  


"La prima visita - spiegano i dentisti di Nova Ars Medica - è uno dei momenti fondamentali per instaurare un buon rapporto fra paziente e dentista, con uno svolgimento prevalentemente colloquiale, in modo da consentire al dentista di ricostruire la storia del paziente, le cure passate e ad avere un quadro clinico completo. Durante la prima visita, viene anche eseguito un approfondito esame visivo dello stato generale di salute della bocca, analizzando nel dettaglio sia i denti sia le gengive. È possibile che in caso vi siano gli elementi per sospettare la presenza di carie o altre patologie nascoste vengano eseguite radiografie dei singoli denti".

"Durante la prima visita il dentista analizza anche la salute delle gengive, andando a cercare eventuali tasche parodontali, che sono un rifugio naturale per le infiammazioni. Allo stesso modo è importante la valutazione del posizionamento delle arcate e dei singoli denti, in modo da poter eventualmente correggere eventuali malocclusioni e difficoltà di masticazione o l’individuazione di patologie come il digrignamento notturno (bruxismo) che con il tempo rovina i denti. Scegliere di effettuare la prima visita dal dentista quando si iniziano a sentire dei dolori non è la scelta migliore, ma di andare anche quando si è certi di avere la bocca in salute, in modo da poter iniziare a prevedere un ciclo di sedute di controllo per monitorare la salute della bocca".

"Allo stesso modo degli adulti, anche la prima visita dal dentista dei bambini è importante, per due motivi principali. Il primo è legato alla prevenzione, dato che prima vengono individuati eventuali problemi e anomalie nello sviluppo dei denti e delle ossa mascellari, prima è possibile intervenire e correggere. Il secondo aspetto è legato alla necessità di ridurre al minimo la paura e l’ansia, facendo in modo che il primo appuntamento si trasformi in un’esperienza positiva, vissuto in un ambiente sereno e rassicurante. È consigliabile trasformare tutto in un gioco, evitando di sottolineare le cose che possono essere spiacevoli. Ad esempio, è consigliabile evitare di parlare di punture, trasformando invece l’ago in qualcosa di magico. Se i bambini iniziano a sviluppare fin da piccoli fiducia nel dentista, sarà più facile continuare con le visite di controllo ed effettuare i primi interventi".



Nessun commento: