martedì 23 marzo 2010

GIULIO GIORELLO RACCONTA "ARCHIMEDE, IL PRIMO GENIO UNIVERSALE"


Da non perdere in edicola questa settimana il 2° DVD di “BEAUTIFUL MINDS - I grandi scienziati raccontano la storia della scienza.”
Con appena 7 € (più il prezzo della rivista L'Espresso) 85 minuti in cui il filosofo della scienza Giulio Giorello racconta la vita e la scienza del grande Archimede, insieme alla visione di filmati che illustrano le grandi scoperte dello scienziato siracusano.

La leggenda vuole che sulla sua tomba fosse scolpita una sfera racchiusa da un cilindro (che indicava il rapporto fra il volume dei due solidi). Questo piccolo aneddoto fornisce la misura di un uomo che è considerato, come ha anche affermato lo storico della matematica Morris Kline, uno dei quattro più importanti matematici della storia e tra i più grandi scienziati di tutti i tempi.

Dice il premio Nobel Zhores Alferov che "A lui sono dovuti grandi progressi nell'aritmetica, poiché egli riuscì a esprimere con una straordinaria precisione i numeri grandissimi che potevano servire a contare i granelli di sabbia necessari a riempire l'intero universo".

Nel breve trattato intitolato Arenario (in greco Psammìtes) Archimede infatti si ripromette di contare i granelli di sabbia contenuti in una sfera che abbia come centro il Sole e come superficie il cielo e le stelle fisse. E utilizzando di fatto un metodo equivalente al nostro attuale metodo posizionale o addirittura all'attuale notazione esponenziale.

Al genio di Archimede sono dovuti, tra le altre cose, il calcolo esatto del rapporto fra la circonferenza e il diametro del cerchio (il noto pi greco) e un’inedita misurazione del peso specifico (da cui la famosa esclamazione “Éureka, Éureka” fatta al momento della scoperta).

Il matematico siciliano fu anche un ingegnere straordinario, come dimostrò costruendo macchine che fecero la gloria della sua città, Siracusa. Sue furono le catapulte e altri congegni di difesa come gli specchi ustori che inflissero gravi perdite alla flotta romana.

Ucciso barbaramente da un soldato romano nel 212 a.C., su Archimede hanno scritto pagine memorabili Plutarco, Vitruvio, Livio, Cicerone e molti altri.

"Beautiful Minds" è una collana che in 20 DVD raccoglie i ritratti dei protagonisti della storia della matematica, della fisica, della chimica, della biologia e dell’astronomia tracciati da grandi scienziati come Piergiorgi Odifreddi, Enrico Bellone, Margherita Hack, Edoardo Boncinelli e Umberto Veronesi.

Ad aprire i propri laboratori e a raccontare in prima persona la storia sono invece James Watson (Nobel per la medicina nel 1962), Sheldon Lee Glashow (Nobel per la fisica nel 1979), John Nash (Nobel per l’economina nel 1994) Harold Kroto (Nobel per la chimica nel 1996), Edward Witten (vincitore della Medaglia Fields nel 1990) e Andrew Wiles, uno dei più importanti matematici viventi.

In ogni DVD è presente il file mp3 con l’audio della conversazione da poter scaricare.


.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ottimo il "racconto" di Archimede del Prof. Giulio Giorello.
Molto sentito il "pi greco in versi di Maria intagliata"su internet, dedicato dall'autrice al suo scienziato preferito.
Perchè nessuno scrive qualcosa di bello su questo blog? Archimede e il Prof. Giorello lo meritano.

sergio ha detto...

Gentili Signori,



Archimede,il primo genio universale,ma viene poco nominato!Il suo sapere una miniera immensa,ancora inesplorata!
Ogni giorno nominano più volte Leonardo(tanto di cappello)che ha ammesso in un suo critto che ha passato notti insonni a studiare i geni della MAGNA GRECIA,ma poco i Pitagora,Archimede,Archita di Taranto(che sperimento il volo circa 1800 anni prima di Leornardo)e altri.
Trascurare le loro invenzioni di oltre duemila anni fa:
UN LUSSO CHE NON POSSIAMO PERMETTERCI!
E poi perchè?

Cordiali saluti.

tommaso di ciaula