giovedì 15 agosto 2019

CAMBIAMENTO CLIMATICO? NON COLPA ESCLUSIVA DELL'UOMO

Gli sconvolgimenti del clima non sono colpa esclusiva dell’uomo. Non si tratta di negazionismo, ma di portare sulla giusta via la discussione e il modo di intervenire sui recenti cambiamenti del clima che hanno visto le specie viventi messe a dura prova.

Ne danno prova quattro ere glaciali e continui cambiamenti nei cicli solari. Secondo il fisico Massimo Auci il concetto espresso di alcuni ambientalisti è semplicistico e fuorviante oltre ad essere concettualmente sbagliato. Anche se è vero che dobbiamo adottare un comportamento virtuoso e imparare a ridurre l’impatto antropico.


Greta Thunberg? Ha ragione ma non dice tutto.


Tutti indicano il rilascio in atmosfera di grandi quantità di CO2 emesse dalle attività industriali come responsabile dell’aumento dell’effetto serra, quindi del surriscaldamento.

"La CO2 o diossido di carbonio (anidride carbonica) - spiega il fisico Massimo Auci - è insieme al protossido di azoto e al metano un potente gas serra, la presenza di anidride carbonica rallenta il raffreddamento atmosferico, dobbiamo però prima chiederci quale livello di gas serra potrebbe innescare dei cambiamenti climatici così rapidi e chi o cosa hanno prodotto tutto il gas serra necessario a innescarlo? Come ho detto prima, il clima è il prodotto di un complicato complesso di fattori, non tutti legati a ciò che accade nella nostra atmosfera, gli eventi meteorologici anomali sono l’effetto di un cambiamento e non la causa, quindi anche se potessimo agire sui fattori meteorologici locali non riusciremmo a modificare il clima del pianeta. Sarebbe una responsabilità troppo grossa per l’uomo".

Come fermare i cambiamenti climatici in atto?






Massimo Auci è nato a Roma il 24 febbraio 1955. Si è laureato in Fisica Cosmica nell’anno accademico 79-80 all’Università di Torino, dove ha lavorato presso il Dipartimento di Fisica Generale, svolgendo fino al 1995 didattica e ricerca presso i laboratori di astronomia neutrinica del CNR al Monte Bianco e al CERN di Ginevra.

Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, di libri di testo, articoli e saggi, è attualmente Science Editor del portale di comunicazione e divulgazione scientifica “Gravità Zero”.

Cofondatore di Odisseo Space, una società no-profit che opera nel settore della formazione in ambito spaziale, è docente di ruolo presso la Scuola Statale Internazionale Europea di Torino di cui è tra i promotori.




Sull'argomento Habitante ha anche pubblicato:


Nessun commento: