giovedì 25 novembre 2010

MOSTRA-CONCORSO SULLA RIDUZIONE DELLA BIODIVERSITA' E DEGLI HABITAT



La diversità biologica è il risultato dei lunghi processi evolutivi che si sono susseguiti sulla Terra da quando vi comparve la vita, 3 miliardi e mezzo di anni fa. Essa rappresenta il serbatoio da cui attinge l’evoluzione per attuare tutte le modificazioni genetiche e morfologiche che originano nuove specie viventi; quindi, più biodiversità esiste, maggiori sono le possibilità che la vita ha di adeguarsi e di sopravvivere ai cambiamenti del nostro pianeta.

Negli ultimi 50 anni, se da un lato si è assistito ad un aumento di sensibilizzazione verso i problemi ambientali e alla crescita di istituzioni indirizzate alla conservazione della biodiversità, dall’altro la portata e l’intensità delle interazioni tra l’uomo e l’ambiente hanno contribuito alla progressiva perdita, degradazione e frammentazione di habitat con conseguente perdita di intere specie vegetali e animali o di loro varietà, con conseguente perdita di variabilità genetica.

Ciò si è accompagnato anche ad una diminuzione di diversità di quelle specie che si accompagnano a quelle di immediato interesse per l’uomo (es. insetti impollinatori).

Oltre alla perdita e alla progressiva degradazione degli ecosistemi naturali, trasformati in aree di utilizzo diretto o indiretto da parte della nostra specie, un’altra causa di deterioramento è stata l’immissione di grandi quantità di composti chimici in grado di alterare la sopravvivenza e la dinamica di molte popolazioni naturali (microrganismi, piante e animali).

La MOSTRA CONCORSO: Riduzione della BIODIVERSITA' E DEGLI HABITAT permette di comunicare in maniera convincente il legame che esiste tra la realtà naturale che ci circonda e i complessi circuiti di produzione alimentare che hanno consentito all’umanità di raggiungere la densità di popolazione odierna. Infatti, le conoscenze attuali sull’evoluzione dei viventi si sono molto accresciute sia per l’apporto di sempre nuovi dati paleontologici, sia per la definizione, in certi casi dettagliata, dei meccanismi molecolari ed ecologici sottostanti l’origine e l’estinzione delle specie e delle varietà.

L’obiettivo è quello di avvicinare il pubblico di non specialisti a problematiche che interessano tutti noi quali la diversità intraspecifica e di fornire agli insegnanti aggiornamenti e temi per approfondire le tematiche esposte in aula con gli studenti


Per maggiori informazioni
Pagina della mostra concorso riduzione della biodiversità e degli habitat

.

Nessun commento: