venerdì 25 gennaio 2019

L'azzardo online pronto a superare quello tradizionale? Perché potrebbe trattarsi di una buona notizia

Un settore dell'economia caratterizzato da luci e ombre, che prosegue inarrestabile nel suo trend di crescita anche grazie ai nuovi strumenti mobile ma, allo stesso tempo, costantemente nel mirino dei legislatori italiani ed europei: quello dell'industria dell'azzardo è un mondo complesso, che tuttavia, ove attentamente regolamentato, funziona senza mettere a repentaglio il benessere dei consumatori né favorire attività illecite.

Quali sono le dimensioni del mercato del gioco in Italia?

I numeri del gioco in Italia testimoniano la vitalità di un mercato tra i più attivi in Europa e non solo: la raccolta totale ottenuta sommando lotterie, scommesse sportive e giochi di fortuna vari lo scorso anno sfondava il tetto dei 100 miliardi di euro; il fatturato del settore, invece, si attestava attorno ai 20,5 miliardi di euro (la reale spesa degli italiani al netto delle somme tornate indietro con i premi).
L'ambito in cui l'espansione dell'offerta di giochi e intrattenimenti legati all'azzardo appare maggiore è quella dell'online: sono ormai decine i gestori autorizzati dall'ADM (Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) attivi in Italia e di pari passo con la crescita dei cataloghi e delle opzioni di gioco è aumentato anche il numero dei giocatori attivi.

I numeri dell'Istituto di Fisiologia Clinica del CNR

In un report pubblicato lo scorso maggio, l'Istituto di Fisiologia Clinica del CNR stimava in oltre 17 milioni gli italiani protagonisti di una giocata o di una scommessa nel 2017 (numero equivalente a quasi il 43% della popolazione con età tra i 15 e i 64 anni). A conquistare la vetta, nella classifica dei giochi più amati, era il classico Gratta&Vinci, scelto in almeno un'occasione dal 74% dei giocatori. A seguire nell'elenco di gradimento, altri giochi tradizionali come Lotto e Superenalotto, scommesse sportive, slot machine, tornei di poker ed altri giochi online.

Gioco online e mobile: +34 e +50% nel 2017

Il settore dell'online, come accennato, è quello che in proporzione cresce al ritmo più sostenuto. 2,2 milioni i giocatori online, anche occasionali, nel 2017 e spesa in crescita del 34% a 1,4 miliardi di euro.
Se i portali dedicati alle scommesse sportive e i casinò online conquistano sempre più consensi, sono soprattutto app per tablet, smartphone (e in qualche caso persino smartwatch) a dominare le previsioni sui prossimi sviluppi del comparto dell'azzardo. Le applicazioni per le giocate in formula mobile, sempre nel 2017, incrementavano il loro giro di affari di 50 punti percentuali.

I punti di forza del comparto mobile

Le app dedicate al gioco guadagnano quote di mercato grazie soprattutto alla loro praticità (oggi è possibile puntare sull'esito di un match di Serie A o concedersi qualche rullata con le slot in qualunque momento e ovunque ci si trovi). La ricchezza dei cataloghi di app per scommesse e giochi da casinò sviluppati dai gestori online, poi, rende la varietà dell'offerta impareggiabile rispetto a quella tradizionale.
Completano il quadro una sempre maggiore attenzione alla user experience e, più nello specifico, alla semplicità e alla chiarezza delle interfacce di gioco: pochi tocchi sul display dello smartphone o del tablet permettono di accedere a tutte le informazioni utili e in ogni fase delle partite viene garantita la totale sicurezza dei giocatori.

Gioco legale e responsabile: come viene garantito dai portali online?

Il dato spesso sottovalutato in relazione all'offerta dell'azzardo online riguarda il notevole livello di tutele per l'utente messe in campo dai gestori, in osservanza di quanto stabilito dalle legge e dalle Linee guida stilate dall'ADM.
Per operare legalmente in Italia, i gestori devono essere in possesso di una licenza rilasciata dall'ente. La procedura di accreditamento si articola in varie fasi, nel corso delle quali la piattaforma di gioco viene minuziosamente esaminata, così da accertare il rispetto di tutti i requisiti richiesti.
Per i giocatori, la presenza del logo ADM e di un numero di licenza (verificabile sul sito dell'Agenzia delle Entrate e dei Monopoli) rappresenta la migliore delle garanzie: i siti certificati, infatti, offrono giochi equi (con le stesse possibilità di vincita per tutti), proteggono i dati sensibili degli utenti, mettono a disposizione di tutti informazioni chiare e complete e garantiscono un'esperienza di gioco di qualità, oltre che puntuali servizi di assistenza.

Divieto di accesso per i minori: come viene fatto rispettare?

Al contrario di quanto spesso accade all'interno di sale scommesse e ricevitorie, l'ingresso nei casinò online o comunque l'accesso ai portali dedicati al gioco è riservato esclusivamente ai soggetti maggiorenni.
Tra gli strumenti di contrasto al gioco minorile messi in campo da ADM e gestori online c'è il conto gioco. Indispensabile per accedere a scommesse e giochi con puntate in denaro reale, il conto gioco consente di accumulare un saldo attraverso versamenti e vincite e, eventualmente, di prelevare quanto guadagnato.
L'attivazione del conto gioco è un processo che si articola in più fasi, ma che sempre impone la verifica dell'identità dell'intestatario del conto, attraverso l'invio della scansione di carta d'identità, patente, passaporto o di un altro documento valido. In questo modo, il gestore può accertare la veridicità dei dati inseriti dall'utente in fase di registrazione e, eventualmente, escludere quelli che che risultano minorenni.

Contrasto alla ludopatia: gli strumenti del web

Interessanti anche gli accorgimenti adottati sul fronte del contrasto al gioco patologico. Tra le conseguenze dirette di un approccio poco equilibrato all'azzardo online, c'è ovviamente il rischio di dilapidare ingenti somme di denaro senza una reale cognizione dell'entità della spesa.
Casinò online e portali di betting certificati ADM non permettono di accedere ai giochi senza prima aver impostato un limite di spesa: ogni nuovo utente è tenuto a scegliere il valore della cosiddetta funzione di "autolimitazione", proprio per prevenire la possibilità di eccedere nelle giocate.

Meccanismi automatici di tutela del giocatore

Il conto gioco presenta anche un'altra funzione: quella di consentire uno stretto monitoraggio delle attività di tutti i giocatori attivi sul web. Lo scopo è quello di contrastare i sempre possibili crimini di riciclaggio, attraverso una puntuale analisi dei movimenti effettuati dai giocatori. Per rendere possibili tali controlli, tutte le attività dei conti gioco attivi in Italia vengono registrate all'interno dell'ACG (ovvero l'Anagrafe Centralizzata dei Conti Gioco) un grande database gestito da ADM e Sogei.
L'ACG si ricollega ad un altro importante strumento di prevenzione offerto dalle piattaforme di gioco online, quello dell'autoesclusione. Il giocatore che si accorge di vivere in modo problematico il rapporto con l'azzardo può allontanarsene volontariamente, richiedendo la sospensione del proprio conto oppure il blocco definitivo. Ma non solo: la singola richiesta di autoesclusione ha valore per tutti i conti registrati dall'utente, ovvero anche per quelli aperti presso altri gestori.

A rendere possibile questo passaggio è il RUA, ovvero il Registro Unico delle Autoesclusioni, database collegato all'ACG che in modo automatico estende la richiesta di sospensione o blocco del conto a tutti quelli posseduti dall'utente.
  • Conclusioni
Promozione del gioco legale e responsabile, lotta agli operatori irregolari e blocco totale dell'accesso per i più giovani: sono questi gli ingredienti che hanno reso l'offerta online sempre più a misura di giocatore e pronta a prevenire la comparsa e le conseguenze delle ludopatie.

Nessun commento: