mercoledì 27 settembre 2017

SCIENZA E MEDICINA ALLA XV EDIZIONE DI BERGAMO SCIENZA

l 30 settembre torna BergamoScienza: per 16 giornate, fino al 15 ottobre, esplorerà le tematiche scientifiche con un linguaggio, come sempre, accessibile a tutti. Fra queste si parlerà molto di salute e medicina in conferenze, dialoghi e tavole rotonde con esperti di fama internazionale, primo su tutti il Premio Nobel per la Medicina 2007 Mario Renato Capecchi. Il genetista, nato in Italia e naturalizzato in America, è ideatore del gene targeting, tecnica che consente di ottenere nei topi specifiche mutazioni genetiche utili per lo studio di malattie umane come il cancro e il diabete, e interverrà a Bergamo sabato 13 ottobre alle 21 al Teatro Sociale.



Al festival si parlerà anche di malattie infettive con Giuseppe Ippolito sabato 7 ottobre alle 9.30 al Teatro Donizetti. Nella conferenza “Epidemie: rischi globali in un mondo interconnesso”, il direttore dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma e membro di vari organismi nazionali ed internazionali che si occupano di preparazione e risposta alle infezioni emergenti, indagherà il ruolo delle epidemie e il loro livello di rischio in un mondo sempre più interconnesso come il nostro.

Seguirà alle 17, sempre al teatro Donizetti, l’incontro “Se lavarsi le mani può salvare una vita” con Didier Pittet, esperto di prevenzione delle infezioni e sicurezza dei pazienti che collabora con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, e Thierry Crouzet, scrittore che ne ha documentato le ricerche. In previsione della giornata mondiale per l’igiene delle mani del 15 ottobre, spiegheranno come un gesto apparentemente così semplice e abitudinario come lavarsi le mani abbia in realtà un’importanza vitale nella prevenzione di molteplici patologie. La conferenza sarà anticipata domenica 1 ottobre da “La staffetta per l’igiene delle mani”, iniziativa promossa dall’Organizzazione Mondale della Sanità: dipendenti dell’ASST Papa Giovanni XXIII e delle strutture sanitarie pubbliche e private di Bergamo, studenti delle professioni sanitarie e di medicina, delle scuole secondarie di primo e secondo grado, cittadini, sono chiamati a parteciparvi.

Del rapporto tra salute e povertà si parlerà invece in serata, alle 21, al Teatro Donizetti durante la tavola rotonda “La salute è un diritto ”con il medico e membro dell'Istituto Superiore di Sanità Giuseppe Remuzzi, Kathryn Pritchard dell’Università di Durham, Carlo Alberto Redi, docente di Zoologia e Biologia dello Sviluppo all’Università di Pavia e Naomi Lee, della School of Medicine and Public Health di New Castle (Australia).

Julian Marchesi, biochimico dell’Imperial College di Londra, e Marian Ludgate, endocrinologa dell’Università di Cardiff, illustreranno l’importanza del microbioma umano. L’appuntamento “Un genoma in più: l'eredità batterica dentro di noi” è al Teatro Donizetti domenica 15 ottobre alle 11.30.

Ma BergamoScienza non è solo conferenze: non mancheranno i laboratori che vedranno anche piccole guide under 5 spiegare le meraviglie del corpo umano!

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. Il programma è disponibile sul sito www.bergamoscienza.it dove, dal 27 settembre, è possibile prenotarsi per partecipare alle iniziative.

Nessun commento: