mercoledì 6 settembre 2017

MINDFULNESS BIMBI: COME LA MEDITAZIONE PUÒ AIUTARE I BAMBINI

Abbiamo già scritto in questo sito a proposito della Mindfulness e dei suoi benefici, comprovati anche dalle ricerche scientifiche, ma ne abbiamo scritto come di un'attività rivolta e praticata dagli adulti per migliorare il proprio benessere psicofisico, attraverso l'esercizio della consapevolezza.

Da pochi anni in Italia non è più così. Antonella Montano e Silvia Villani hanno lavorato per adattare il programma Mindfulness che si svolge in otto settimane, alle caratteristiche dei bambini.
Il nome che hanno scelto per questo programma è "Il fiore dentro", che è anche il titolo del loro libro, edito da Eclipsi.

L'attività viene svolta in piccoli gruppi. L'età consigliata va dai 6 ai 12 anni, in quanto prima non si sono ancora sviluppate le capacità cognitive per poter utilizzare la meditazione, e tenendo conto delle differenti caratteristiche dei bambini di 6-8 anni rispetto a quelli di 9-12. Poiché sono ancora presenti normali difficoltà a mantenere la concentrazione per tempi prolungati, la durata è di 45-60 minuti.

I destinatari possono essere tutti i bambini, ma è particolarmente indicata per colore che:
- vivono situazioni stressanti, come un lutto o la separazione dei genitori
- sono ansiosi o eccessivamente preoccupati
- fanno fatica a concentrarsi, o sono inquieti
- hanno disturbi psicosomatici: mal di testa, mal di pancia, difficoltà col sonno
- mostrano ansia da separazione o ansia scolastica
- hanno comportamenti ritualizzati

Si utilizza la metafora del Giardino segreto per spiegare in modo immediatamente comprensibile lo stato interiore di pace e consapevolezza, che si vuole sperimentare con la meditazione; si prosegue poi con la mindful eating, per poter meditare su di una attività frequente nella giornata, cioè il mangiare; la walking mindful utile per scaricare le tensioni; la mente vagabonda per imparare che un pensiero è solo un pensiero; si lavora poi alla gestione delle emozioni e dello stress attraverso la mindfulness, e si imparano brevi strategie di ristrutturazione cognitiva; si lavora inoltre sull'essere consapevoli prima di agire, riducendo così l'impulsività; sull'assertività, sul prendersi cura di sé e sulla resilienza.

Come si vede sono obiettivi importanti a cui i bambini possono avvicinarsi attraverso il rispetto delle regole, la meditazione, l'ascolto di storie, la riflessione su di esse e il gioco.

Nel libro Programma di mindfulness "il fiore dentro" , le autrici spiegano come hanno rivisitato il protocollo standard della mindfulness per adattarlo ai bambini.
Dopo una breve introduzione, già dalla trentesima pagina le autrici spiegano i fondamenti di questo protocollo e, passo a passo, la sua applicazione.

E' un libro prezioso, che può aiutare il professionista che già conosce la Mindfulness ad applicarla con i bambini, come il genitore a comprenderne l'utilità per il proprio figlio, sia che stia incontrando delle difficoltà, sia come strumento di apprendimenti utili per la sua vita.


Nessun commento: