giovedì 16 marzo 2017

PARTE L'AVVENTURA INTERSTELLARE

Le sonde che supereranno l'impresa delle navicelle Voyager: ai GiovedìScienza oggi 16 marzo ore 17:45, l'ultimo appuntamento della stagione all'Aula Magna Cavallerizza Reale, Università di Torino


Sono passati oltre 50 anni da quando l’uomo ha iniziato a esplorare il sistema solare, ma la colonizzazione dei pianeti più vicini è ancora lontana e anche il processo di espansione nello spazio rimane una prospettiva remota.

Negli ultimi 10 anni la scoperta di molti pianeti extrasolari, addirittura intorno a 7Proxima Centauri, la stella più vicina a noi, ha rinnovato l’interesse per l’esplorazione interstellare. Tuttavia, anche le stelle più vicine sono terribilmente distanti, e al nostro livello tecnologico è difficilissimo realizzare sonde così veloci da raggiungerle in una ventina d’anni. Giancarlo Genta, professore di Costruzione di Macchine presso il Politecnico di Torino, spiegherà al pubblico di GiovedìScienza come con il Progetto Breakthrough Starshot sarà possibile superare proprio queste difficoltà, e compiere la prima missione interstellare.

Prof. Giancarlo Genta
Ultimo appuntamento di questa stagione, la conferenza del prof. Genta “Parte l'avventura interstellare. Le sonde che supereranno l'impresa delle navicelle Voyager” è in programma giovedì 16 marzo alle 17:45 presso l’Aula Magna della Cavallerizza Reale dell’Università di Torino (in via Verdi 9).

Giancarlo Genta DIMEAS, Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale, Politecnico di Torino

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Programma completo e diretta streaming anche su: www.giovediscienza.it

Nessun commento: