venerdì 27 gennaio 2017

GIOVEDÌSCIENZA: BUFALE E TEORIE DEL COMPLOTTO NELL'ERA DEI SOCIAL


In una quotidianità super connessa con rapporti personali filtrati dalle chat dei social media, siamo sovente informati della complessità del mondo attraverso le pagine dei nostri “amici” sui social network e sui blog. È un fatto positivo o le notizie che ci arrivano sono meno verificate e circolano quindi informazioni false? 




Il World Economic Forum annovera le informazioni non verificate tra i pericoli più grandi per la nostra società al pari del terrorismo. Inoltre, spesso tendiamo a cercare informazioni che conformano le nostre credenze rifiutando le contraddizioni. Questo forma gruppi polarizzati, dove si rinforza una certa visione del mondo. Quali sono quindi le dinamiche sociali nell’era della credulità? Perché è così difficile cambiare idea in un panorama dominato da internet e da costellazioni di credenze? 

GiovedìScienza ha affidato queste domande a Walter Quattrociocchi dell’IMT - School for Advanced Studies di Lucca, studioso di caratterizzazione delle dinamiche sociali, dalle opinioni alla diffusione delle informazioni, con un occhio di riguardo alle narrazioni in rete (teorie del complotto e informazioni false) e al contagio sociale. Appuntamento con la “Fatica di cambiare di idea” giovedì 2 febbraio alle 17:45 al Teatro Colosseo (a Torino, in via Madama Cristina 71). 

GiovedìScienza - Teatro Colosseo giovedì 2 febbraio 2017 - ore 17:45

LA FATICA DI CAMBIARE IDEA

Tra Internet e costellazioni di credenze, come si formano e si fissano le opinioni

Walter Quattrociocchi
IMT - School for Advanced Studies di Lucca 

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. 
Programma completo e diretta streaming su: www.giovediscienza.it 
Walter Quattrociocchi, IMT - School for Advanced Studies di Lucca 

È coordinatore del CSSLab presso l'IMT - School for Advanced Studies di Lucca. Si occupa di caratterizzazione delle dinamiche sociali, dalle opinioni alla diffusione delle informazioni, con riguardo alle narrazioni in rete (teorie del complotto e informazioni false) e contagio sociale.


Ufficio stampa GiovedìScienza: Barbara Magnani
magnanibarbara@gmail.com 

Nessun commento: