domenica 27 novembre 2016

VILFREDO PARETO: A CENT'ANNI DAL TRATTATO DI SOCIOLOGIA GENERALE

È stata tra le menti più eclettiche vissute nella seconda metà dell'Ottocento e all'inizio Novecento. Le sue straordinarie capacità spaziavano dall'economia politica, alla teoria dei giochi, all'ingegneria, alla matematica, alla statistica e alla filosofia. Il suo nome è Vilfredo Pareto.

Martedì 29 novembre 2016, ore 16.00, l'Accademia delle Scienze di Torino dedica alla figura di questo un convegno alla figura di questo celebre ingegnere, economista e sociologo Ingresso libero fino a esaurimento posti.




Economia e sociologia nel pensiero di Pareto. I temi della sociologia, che attraversano l’opera di Pareto fin dagli anni giovanili, vengono trattati in modo sistematico a partire dal 1897, anno in cui riceve, all’Università di Losanna, l’incarico di insegnare anche la sociologia. Così, il Trattato di sociologia (1916, ed. francese 1917) è, in primo luogo, come lo stesso Pareto ricorda, il libro “in cui sta lo studio di una ventina d’anni” (lettera a Guido Sensini, 5 aprile 1917). Ma esso è anche e soprattutto il luogo in cui giunge a (parziale) compimento un complesso iter intellettuale durante il quale la relazione tra economia e sociologia evolve e si trasforma profondamente rispetto alla sua impostazione iniziale. Da complemento dell’economia la sociologia si trasforma infatti nella scienza che ingloba al suo interno l’economia, quest’ultima non essendo più concepita come una ‘prima approssimazione’. 

Tale trasformazione si accompagna strettamente alla evoluzione della riflessione metodologica sul metodo sperimentale del grande solitario di Celigny. Il lavoro qui presentato analizza il rapporto tra economia e sociologia nei diversi momenti del pensiero di Pareto e ne spiega le trasformazioni.

Sul canale Youtube dell'Accademia è possibile rivedere tutte le precedenti conferenze.

Nessun commento: