sabato 3 settembre 2016

UNA VIGNETTA MOSTRA COME COMPORTARSI DI FRONTE AD ATTACCHI ISLAMOFOBI

L'Occidente ha visto crescere in maniera inquietante sentimenti anti-musulmani negli ultimi anni.
Già in seguito agli attentati terroristici a Parigi alla fine dell'anno scorso, per esempio, vi è stato un picco "senza precedenti" di attacchi violenti nei confronti di musulmani (specialmente donne) dagli Stati Uniti al Regno Unito. E nonostante questo tipo di intolleranza e di discriminazione sia in gran parte riconosciuta come inaccettabile in una società civile, la frequenza con cui si stano verificando ha spinto i musulmani a creare guide su cosa fare fronte a questi comportamenti.  Soprattutto se pensiamo che le prime vittime sono proprio le donne. 


.

Nel tentativo di combattere la "sindrome da spettatore," un'artista, di nome Maeril, residente a Parigi ha creato una guida su come comportarsi quando si è testimoni diretti di molestie islamofobiche e ha realizzato una guida illustrata su Tumblr che utilizza un metodo psicologico di approccio.

L'artista lo chiama "comportamento non complementare, ovvero l'atto di rompere uno schema per distendere una situazione di tensione. In questo caso, concentrandosi solo sulla persona che viene molestata intrattenendo una conversazione su un tema qualsiasi (anche banale come un film o il tempo atmosferico) l'attaccante perde il controllo della situazione e si sente impotente a continuare ad agire sulla sua aggressività.

In fondo alla vignetta, Maeril ha scritto che questo metodo funziona per qualsiasi tipo di molestia in uno spazio pubblico, anche se lo scopo era di porre una particolare attenzione sulla islamofobia cui lei stessa ha avuto modo di assistere in prima persona a Parigi.

Qui la versione francese 

http://maeril.tumblr.com/post/149669302551/hi-everyone-this-is-an-illustrated-guide-i-made

Nessun commento: