mercoledì 20 luglio 2016

VELOCITÀ DI CONNESSIONE: L'AGCOM AGGIORNA IL SUO SPEED TEST

Per misurare la velocità della connessione internet adesso potrai utilizzare una versione aggiornata di Ne.Me.Sys, lo speed test creato dall’Agcom

Tra i tanti metodi che si possono utilizzare per misurare la velocità della connessione a internet, l’unico che rilascia risultati dal valore legale è Ne.Me.Sys, il software creato dall’Agcom (L’autorità Garante per le Comunicazioni). Ed è stata proprio l’Autorità Garante ad annunciare recentemente che è disponibile una versione aggiornata dello speed test. Abbiamo quindi chiesto agli esperti del comparatore online SuperMoney di spiegarci quali sono le novità e a cosa serve.
La nuova versione è più semplice da gestire per gli utenti, che potranno utilizzarla per misurare la velocità della propria connessione e controllare che il dato sia conforme a quello indicato dal proprio contratto telefonico. Inoltre, la nuova versione di Ne.Me.Sys sarà utilizzabile anche per le connessioni che superano i 30Mbit/s, ovvero quelle possibili grazie alla banda ultralarga. Così, anche gli utenti connessi con fibra ottica potranno controllare che tutto funzioni correttamente.
Misurare le velocità di connessione: perchè è cambiato Ne.Me.Sys
L’aggiornamento dello speed test Agcom si è reso necessario per rispettare i nuovi regolamenti e piani regolatori che stanno rivoluzionando la rete internet in Italia e in Europa. Infatti, una nuova direttiva europea, la “Telecom Single Market”, e il documento redatto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal titolo “Strategia italiana per la banda ultralarga”, hanno reso necessari questi cambiamenti, in modo da stare al passo coi tempi e continuare con la lotta al digital divide.
In ogni caso, l’aggiornamento ha cercato di mantenere gli stessi principi che hanno guidato i programmatori nella versione precedente del software: semplicità di utilizzo e di comprensione da parte dell’utente. Infatti, la cosa più importante è il consumatore utilizzi Ne.Me.Sys senza grosse difficoltà e senza che i risultati risultino troppo complicati.
Come utilizzare il nuovo Ne.Me.Sys
Se, quindi, vuoi misurare la velocità di connessione che ti consente la tua offerta di telefonia fissa, il procedimento per utilizzare la nuova versione di Ne.Me.Sys è semplicissimo. Il software aggiornato va scaricato dal sito del progetto Misura Internet, creato apposta dall’Agcom, ed è disponibile per tutti i sistemi operativi. Ricordiamo che questo speed test serve soprattutto a controllare che il tuo servizio internet rispetti i parametri che vengono assicurati dal tuo contratto telefonico.
Infatti, i risultati derivanti dall’utilizzo di Ne.Me.Sys sono gli unici che hanno valore legale in caso di contenzioso con l’operatore telefonico: alla fine del processo di misurazione della velocità di connessione, riceverai un documento pdf giuridicamente valido. Nel caso in cui l’esito dello speed test riporti dei risultati inferiori ai minimi garantiti dal contratto, potrai segnalare la cosa all’Agcom direttamente dal sito internet, dopo che hai fatto accesso alla tua area riservata.
Segnalare una velocità troppo bassa: perché farlo?
I vantaggi che hai nell’utilizzare Ne.Me.Sys per segnalare all’Agcom una velocità di navigazione troppo bassa sono molti! Infatti, questo speed test è un ottimo strumento da utilizzare per difendere i tuoi diritti di consumatore. Ben l’80% circa dei reclami che sono partiti a seguito dell’utilizzo dello speed test ha avuto come risultato un immediato miglioramento della velocità di connessione, confermando la sua validità.
In più, in caso di doppia segnalazione a breve distanza di tempo e di risultati sotto i minimi garantiti in entrambe le occasioni, è stato immediatamente dichiarato nullo il contratto telefonico. Il tutto senza che l’utente dovesse versare alcun importo. Anzi, in alcuni casi è stato anche possibile ricevere un indennizzo da parte del gestore telefonico.
Grazie all’aggiornamento di Ne.Me.Sys, adesso questo strumento è utilizzabile anche per chi naviga con la banda ultralarga: scaricalo subito e controlla di pagare per il servizio che ti è stato effettivamente garantito dal contratto.

Nessun commento: