lunedì 30 maggio 2016

GEIGER COUNTER MUSEUM A VAL DI ZOLDO, BELLUNO

Da ormai un anno la ex-scuola elementare “Paolo G. Zampol”, in piazza S.Floriano nella frazione di Pieve di Val di Zoldo, ospita una interessante mostra scientifica riguardante il tema della radioattività e degli strumenti per misurarla. 

Sempre all’interno del medesimo edificio vi è pure un’altra interessantissima mostra permanente, riguardante le specie animali che popolano le nostre montagne. Oramai si può dire che le ex-scuole elementari siano diventate un vero e proprio polo di attrazione per chi è interessato alle discipline naturalistiche e scientifiche. 

Le testate giornalistiche si sono già occupati, in specifici articoli, della descrizione di entrambi le mostre.  Vale comunque la pena spendere qualche riga per ripetere il contenuto della mostra sulla radioattività. L’esposizione in oggetto, oramai stabile, è stata denominata dai suoi organizzatori “Geiger Counter Museum”. 

Per le sue caratteristiche è unica in Italia. Viene trattato il tema della radioattività, il suo uso sia in campo civile che militare, così come le problematiche da essa derivanti. È presente una documentazione storica riguardante eventi famosi: dalle bombe sganciate nel 1945 ad Hiroshima e Nagasaki, alla guerra fredda, agli incidenti del 1986 a Cernobyl e del 2011 a Fukushima. 

Sono esposti numerosi strumenti atti a misurare la radiattività: dai famosi Geiger-Müller, agli scintillatori, ai contatori a camera di ionizzazione. Gli strumenti provengono da diverse nazioni, sono tutti originali dell’epoca, revisionati e funzionanti. 

Recentemente la mostra si è arricchita di un nuovo interessante elemento: la fedele riproduzione, ridotta in scala 1:3, della bomba “Little Boy” di Hiroshima. Il presente articolo vuole soprattutto porre l’attenzione su un evento che si svolgerà Sabato 4 giugno 2016, sempre presso il “Geiger Counter Museum”. 

Trattasi di un Meeting pubblico, che occuperà tutta la giornata, a partire dalle ore 9:00 del mattino. Interverranno due esperti, Andrea Bosi e Giuseppe Cutini, pionieri della divulgazione della materia in Italia. I partecipanti potranno vedere operativi, tutti gli strumenti esposti. Certamente sarà un evento interessantissimo ed imperdibile, per chiunque sia interessato all’argomento. 

Si ricorda che il museo nel mese di giugno è aperto i sabati e le domeniche pomeriggio dalle 15.30 alle 18.00. Per visite a richiesta, così come per qualsiasi altra informazione specifica, si prega di rivolgersi al numero 330848450.

1 commento:

Maurizio (geiger counter developer) ha detto...

Consiglio a tutti di visitare la inedita mostra-museo, probabilmente l'unica in italia nel suo genere, inoltre se volete approffondire l'argomento della radioattività e dei contatori geiger con tanti appassionati della materia vi consiglio di visitare il nuovo New radioactivity forum all'indirizzo; http://www.radioactivityforum.it/forum/