lunedì 23 maggio 2016

DA GRANDE ANCH'IO MILANO 2016: CELLULE E ALTRI MISTERI ALL'ORIGINE DELLA VITA

1000 tra ragazzi e docenti di 38 classi di 9 istituti comprensivi scolastici di Milano insieme a 25 tra scienziati e ricercatori hanno dato vita ai laboratori patrocinati dal Comune di Milano e realizzati con il contributo di Fondazione Cariplo.  I Laboratori nelle scuole sono stati dedicati alla scoperta della cellula e dei suoi segreti, con la collaborazione degli scienziati e dei ricercatori dell'Ospedale San Raffaele,  per imparare a guardare il mondo da prospettive diverse. 



Si concludono a fine maggio i laboratori di "DA GRANDE ANCH'IO MILANO 2016: CELLULE E ALTRI MISTERI ALL'ORIGINE DELLA VITA", innovativo progetto di edutainment realizzato dall’Associazione culturale Mercurio. 

Il progetto che intende stimolare nuovi modelli d’ispirazione, aiutare i ragazzi a sviluppare un adeguato percorso di realizzazione dei propri talenti, tradurre le conoscenze acquisite in comportamenti concreti e farli riflettere sulle future scelte di studio e professionali ha coinvolto, per l’edizione Milano 2016, 9 istituti comprensivi scolastici di Milano: ICS CASA DEL SOLE (zona 2), ICS SCARPA (zona 3), ICS GROSSI (zona 4), ICS BAROZZI (zona 5), ICS ALPI e ICS CAPPONI (zona 6), ICS PASCOLI (zona 7), ICS MASSA (zona 8), ICS CONFALONIERI (zona 9).



“È stato per noi un progetto molto coinvolgente, all’insegna della valorizzazione e della diffusione della cultura scientifica tra i giovani” – hanno dichiarato Matilde Battistini e Caroline Tavenas, responsabili del progetto – “Vedere i ragazzi delle scuole medie entusiasmarsi per la scienza e i suoi misteri è stato il miglior regalo per mesi di duro lavoro.” 

Grazie agli scienziati e ai ricercatori di IRCCS OSPEDALE SAN RAFFAELE, oltre 1000 tra ragazzi e docenti hanno partecipato al progetto, partito a fine marzo con una lezione spettacolo al Teatro Elfo Puccini, e hanno potuto conoscere, anche grazie agli

approfondimenti in aula, tante mirabolanti sorprese celate nel nostro corpo: come ad esempio che 30 minuti è la vita media di una cellula embrionale e 30 giorni quella di una cellula adulta. Ma anche che sono 25.000.000 le cellule che nel nostro corpo nascono ogni secondo. I ragazzi sono stati protagonisti di un’esperienza didattica interattiva con l’opportunità unica di incontrare, confrontarsi e lavorare fianco a fianco con alcuni dei maggiori professionisti della ricerca scientifica italiana e di mettere in pratica il mestiere dello scienziato.



“1.000.000.000.000.000 di grazie, tante quante sono le cellule presenti nel nostro corpo, a IRCCS Ospedale San Raffaele e Università Vita-Salute San Raffaele – che hanno messo a disposizione del progetto, in forma del tutto volontaristica, oltre venti dei loro più affermati scienziati e ricercatori per la realizzazione dei workshop nelle scuole: Sonia Levi, Gianvito Martino, Roberto Furlan, Stefano Previtali, Angelo Corti, Flavio Curnis, Luca Rampoldi, Barbara Corsi, Anna Mondino, Giovanni Tonon, Flavia Valtorta, Paolo Dellabona, Guido Poli, Federica Agosta, Silvia Ghezzi, insieme ai loro assistenti di laboratorio - Claudio Garavaglia, Filippo Turrini, Gloria Del Fanti, Erica Butti, Elena Brambilla, Elena Brivio, Cecilia Facchi, Silvia Colucci hanno accompagnato alunni e docenti in un entusiasmante viaggio di scoperta della cellula e dei suoi segreti” - ha dichiarato Giovanni Battistini, presidente Associazione Mercurio – “Rivolgiamo un ringraziamento particolare anche a Fondazione Cariplo, per il contributo dato al progetto, e al Comune di Milano per la concessione del patrocinio grazie al supporto dell’Assessorato all’Educazione e Istruzione, degli Uffici Didattici e dei Consigli di Zona per la promozione dell’iniziativa.” 



“Un progetto che si rivolge in modo così qualificato a beneficio delle scuole per proporre scenari affascinanti e stimolanti ai ragazzi, rafforzando le occasioni curricolari che la scuola offre, non può che essere benvenuto e sostenuto. L’auspicio è che tale progettualità si innesti in modo strutturale nell’insieme delle offerte atte a favorire una educazione scientifica moderna, attenta, capace di motivare a scelte di vita e di orizzonte anche lavorativo, altrimenti destinate a rimanere inesplorate – ha dichiarato Francesco Cappelli, Assessore Educazione e Istruzione. 

Il progetto è realizzato con Fondazione Cariplo, tra le realtà filantropiche più importanti del mondo con oltre 1000 progetti sostenuti ogni anno per 144 milioni di euro e grandi sfide per il futuro. Giovani, benessere e comunità le tre parole chiave che ispirano oggi l’attività della fondazione. 

“Dalla coesione tra le persone parte la nostra piccola rivoluzione. Perché ciascuno dia il proprio contributo per fondare il futuro della nostra società su quei principi di solidarietà e di innovazione sociale che sono alla base dell’operato di Fondazione Cariplo” ha dichiarato Giuseppe Guzzetti, Presidente Fondazione Cariplo. 

“L’obiettivo fondante di DA GRANDE ANCH’IO è quello di proporre una scienza per tutti e per i più piccoli in particolare, attraverso l’incentivazione e la promozione di moderni sistemi di formazione, realizzati in un ambiente favorevole alla costruzione di quegli indispensabili collegamenti interdisciplinari come la scuola. Offrire alla scuola la possibilità di programmare dei percorsi didattici e di sperimentazione vuol dire aver individuato lo strumento principale per cercare di stimolare le inclinazioni e le ambizioni culturali dei giovani d’oggi, adulti di domani, che così facendo potranno sperabilmente vivere in una società della conoscenza certamente più equa e solidale.” GIANVITO MARTINO, Responsabile Divisione Neuroscienze IRCCS Ospedale San Raffaele e fondatore Bergamo Scienza 

“Lo spettacolo è stato molto accattivante e ricco di informazioni, anche dal punto di vista artistico: scienza, danza, cucina in una perfetta fusione. I ragazzi sembravano molto interessati e coinvolti. I laboratori sono stati condotti da persone molto professionali e capaci di interessare gli studenti che erano veramente molto partecipi nell'attività.” PATRIZIA PEZZATTI, insegnante IC Ilaria Alpi. 

"Penso che il progetto sia stato molto interessante ed istruttivo, abbiamo imparato molte cose che di sicuro ci saranno utili nella vita. Ho apprezzato molto il fatto che abbiate inserito anche il progetto di cucina con il cuoco Tommaso. È stato molto bello vedere l'uovo cambiare colore e diventare una galassia mentre gli scienziati spiegavano la grande cellula. Essi ci hanno trasmesso i concetti principali in modo semplice e soprattutto facile da ricordare. Mi è piaciuto molto anche il fatto che gli scienziati hanno fatto diverse domande ai ragazzi e quindi abbiamo avuto modo di dire quello che pensavamo.” Camilla, 12 anni, Scuola Mauri 

“Capire cosa fare da grandi è una delle scelte più difficili, quando si è bambini e forse non solo. Da grande anch'Io è un progetto bellissimo dell'Associazione Mercurio che porta alcuni dei maggiori protagonisti di oggi della scienza e della medicina nelle scuole medie. Perché un domani tanti ragazzi e ragazze possano scegliere il loro percorso in maniera più consapevole.” genitore coinvolto nel progetto



"DA GRANDE ANCH'IO MILANO 2016: CELLULE E ALTRI MISTERI ALL'ORIGINE DELLA VITA", patrocinato dal Comune di Milano e con il contributo di Fondazione Cariplo, si sviluppa grazie a una rete di competenze di eccellenza attivata tra istituzioni culturali, enti di ricerca ed enti specifici nella formazione dei giovani operanti sul territorio milanese: IRCCS Ospedale San Raffaele e Università Vita-Salute San Raffaele per la realizzazione dei workshop nelle scuole; Accademia Teatro alla Scala per la partecipazione artistica della Scuola di Ballo, diretta dal maestro Frédéric Olivieri, alla lezione-spettacolo; Ciessevi per la partecipazione dei volontari a supporto dell’iniziativa. 

"DA GRANDE ANCH'IO MILANO 2016: CELLULE E ALTRI MISTERI ALL'ORIGINE DELLA VITA", è parte del più ampio progetto di Associazione Mercurio, “DA GRANDE ANCH’IO“, realizzato per risponde alla domanda da parte delle scuole di contenuti didattici innovativi imperniati sul concetto dell’imparare partecipando e divertendosi (dalla lezione- spettacolo a teatro ai laboratori nelle scuole), capaci di coinvolgere e stimolare i ragazzi. Attraverso lezioni-spettacolo, kit didattici e workshop, gli studenti si potranno confrontare con una nuova idea di scienza e affronteranno un viaggio entusiasmante di esplorazione della vita e del mondo. 

“DA GRANDE ANCH’IO” ha già raccolto le adesioni di importanti esponenti del mondo scientifico, sportivo e culturale italiano, tra cui Franca Fossati Bellani, Gianvito Martino, Enrica Morra, Paolo Nucci, Carlo Alberto Redi, Gianandrea Noseda, Luisa Vinci, Giovanni Soldini, Maurizia Cacciatori che sostengono da vicino il progetto partecipando attivamente alla sua realizzazione.

Nessun commento: