giovedì 24 marzo 2016

COME FUNZIONA LA CONNESSIONE A INTERNET CONDOMINIALE

Lo sapevi che è possibile risparmiare sulla bolletta del telefono con una connessione a internet condominiale, soprattutto se abiti in una zona poco raggiunta dall’ADSL?
ADSL Condominiale - Shutterstock 

.
Non ci sono molti modi per risparmiare sulla bolletta del telefono. Sicuramente il più utile è il confronto delle offerte adsl e telefono su comparatori online come SuperMoney, ma un altro meno conosciuto è la connessione a internet condominiale


Proprio così: potresti avere la connessione che figura tra le spese condominiali, uno spazio online in cui ci sono tutti i documenti e i conti del condominio sempre raggiungibili, la possiblità di sostituire la linea telefonica con il VoIP, il Wi-Fi in giardino e negli spazi comuni o magari anche un social network di condominio. Ma come funziona la connessione a internet condominiale?
Il funzionamento della connessione a internet condominiale
Il funzionamento della connessione a internet condominiale non è per niente complicato. In poche parole, la compagnie telefonica invece di fornire una banda per ogni appartamento, ne fornisce una più larga a tutto il condominio. Tramite un sistema chiamato hiperlan, ciò è possibile anche in quelle zone non coperte da ADSL, installando antenne radio sul tetto. Sintetizzando, tutto l’edificio viene connesso alla rete internet tramite un access point unico, situato in un locale comune a tutti i condòmini.
Dall’access point parte tutta la rete internet e il segnale viene diffuso negli appartamenti e nelle zone comuni tramite antenne Wi-Fi. A questo punto, vengono forniti a ogni singolo condòmino  dati di accesso, in modo che la tua connessione sia criptata e i tuoi dati non raggiungibili da tutti gli altri, ma protetti e riservati. Se si attiva un numero di telefono VoIP, poi, è possibile non utilizzare la linea telefonica normale con ulteriori tagli sui costi. Con il VoIP è possibile, infatti, telefonare tramite internet e non tramite la normale linea.
Connessione a internet condominiale: i costi
I costi per un’operazione del genere variano, ovviamente, a seconda di quanta banda si vuole disporre per la connessione e di quanti condòmini sono interessati. È possibile, infatti, anche creare reti condivise tra poche famiglie e gestite privatamente invece che dal condominio. Conta anche che la connessione a internet condominiale è conveniente se si è poco raggiunti dalle compagnie telefoniche normali oppure se tutti i condòmini non sono interessati a raggiungere velocità molto elevate nel navigare. Infatti, nelle ore di punta, la congestione è tale da rallentare tutta la linea.
Indicativamente si può stimare un dimezzamento dei costi per una capacità media in download simile a quella offerta dalle tradizionali linee ADSL domestiche e una ventina di utenze. Con un esborso di installazione di circa 1.500 euro.
Connessione internet condominiale: la normativa vigente
La normativa in caso di connessione a internet condominiale è poco chiara, ma secondo alcuni l’installazione della rete rientra nei casi previsti dalla legge 66/2001, analogamente agli impianti di tv satellitare, di “innovazione necessaria”. Basterebbe la maggioranza maggioranza di un terzo dei partecipanti all’assemblea condominiale e un terzo del valore dell’edificio per veder approvati i lavori di installazione.

Come dicevamo, però, se l’assemblea dovesse bocciare la proposta, un gruppo di condòmini può comunque mettersi d’accordo per installare una rete condivisa gestita privatamente. In questo caso, è comunque possibile utilizzare le parti comuni dell’edificio, sempre che non si impedisca lo stesso uso agli altri condòmini oppure non si leda il decoro dell’edificio.

Nessun commento: