mercoledì 17 febbraio 2016

L'INTERVENTO DI OTOPLASTICA

La chirurgia estetica è una branca della chirurgia plastica e plastico-ricostruttiva, che a sua volta è una branca della chirurgia ma questa va a correggere i difetti funzionali e di struttura di vari tessuti del corpo come la cute e sottocute, fasce, muscoli, ossa mentre la chirurgia estetica è rivolta principalmente a correggere o eliminare quei difetti fisici che riguardano soprattutto l'aspetto estetico oltre che funzionale di varie parti del corpo.

Chirurgia estetica plastico-ricostruttiva - Shutterstock

.
Gli interventi eseguiti dai medici estetici di solito riguardano il viso, e soprattutto il naso (con l'intervento di rinoplastica), le palpebre (attraverso la blefaroplastica), il mento (con la genioplastica) e le orecchie (attraverso l'intervento di otoplastica).
Vengono eseguiti anche piccoli interventi per eliminare le rughe del viso (lifting) o ripristinare nei punti di depressione del volto il tessuto adiposo (lipofilling).

Alla chirurgia estetica appartiene anche l'intervento di ingrandimento o riduzione della mammella (mastoplastica additiva e mastoplastica riduttiva) e di rassodamento del seno (mastopessi) nonchè l' addominoplastica che si occupa di ricostruire la struttura muscolare addominale e la liposuzione, che si effettua per la rimozione del tessuto adiposo nei punti critici come addome, cose, glutei, fianchi.

Per quanto riguarda la chirurgia del viso, tra gli interventi maggiormente richiesti si trova l'otoplastica.
Questo intervento va a correggere i difetti che riguardano le orecchie, il lobo auricolare e il padiglione e le asimmetrie che dipendono da difetti congeniti o dovute a traumi o che avvengono dopo l'asportazione di tumori alle orecchie. 
In particolare questo intervento viene spesso effettuato per correggere il problema denominato delle "orecchie a sventola" ovvero le orecchie che hanno una dimensione e una forma prominente del padiglione auricolare per cause ereditarie e congenite infatti questo difetto è presente sin dalla nascita.

Correggere le orecchie a sventola

Il problema delle orecchie a sventola è solo a livello estetico e non costituisce una disfunzionalità dell'apparato uditivo.
Viene però considerato importante soprattutto per il suo risvolto psicologico, infatti avere le orecchie a sventola significa già in età infantile provare vergogna e sentirsi a disagio tra i propri coetanei e le altre persone, perchè questo difetto spesso diviene causa di derisione da parte dei compagni di scuola e dei coetanei e può creare complessi e una negativa immagine di sè e minare la propria autostima.
E' sopratutto per questo motivo che il medico estetico effettua l'intervento di otoplastica, che può essere eseguito fin da bambini in età prescolare, non appena il padiglione auricolare si è formato e non va incontro a ulteriori modificazioni nel tempo, e ciò avviene di solito intorno ai 5-6 anni di età.

Pre operatorio

Dopo avere eseguito una accurata visita al paziente, e avere conosciuto i suoi pregressi clinici il medico valuta come intervenire per correggere i difetti, e programma l'intervento di otoplastica.
Il chirurgo effettua quindi una visita pre-operatoria dove raccomanda di non assumere medicinali contenenti acido acetilsalicilico, e chiede di effettuare degli esami del sangue mirati a analizzare il livello di coagulazione dello stesso, importante al fine di una corretta esecuzione dell'intervento.
Effettua anche un esame clinico e fotografico, in modo da avere una mappatura del paziente e verificare se sono presenti anche  eventuali malformazioni della mandibola oltre che esaminare meglio lo stato di deformazione delle orecchie e valutare la forma più adatta alla fisionomia e all'estetica del volto per arrivare a un risultato armonico e equilibrato col resto del viso.

Come avviene l'intervento

Questo intervento di chirurgia estetica di per sè è semplice, non vi sono particolari controindicazioni, avviene con anestesia locale e in regime di Day Hospital e la dimissione avviene dopo poche ore dall’intervento. Questo rappresenta sicuramente un grande vantaggio per il paziente, soprattutto tra i bambini, dal punto di vista pratico  e anche psicologico, perchè non devono subire una degenza fuori casa di vari giorni e nemmeno un post-operatorio che una volta era invece piuttosto doloroso. 
L'operazione dura all'incirca due ore e il medico effettua  un'incisione dietro il padiglione auricolare che è praticamente invisibile perchè nascosta e poi rimuove una piccola losanga di cute dietro il padiglione auricolare, per potere rimodellare meglio la cartilagine. Infine, procede con il ripristinare l'antelice e correggere la conca auricolare.

Intervento di otoplastica - Shutterstock


Post operatorio

Terminato l'intervento di otoplastica, si deve stare a riposo con la testa sollevata per almeno 48 ore, e tenere una medicazione compressiva per alcuni giorni (ca una settimana) dopo la quale va tenuta una fascia elastica per 15 giorni.
A partire dal terzo giorno si possono riprendere le normali attività anche lavorative evitando però quelle più faticose, come anche evitare di fare sauna o bagno turco e di esporsi al sole, e si devono tenere gli occhiali da sole. Se si presentano fastidi o dolori vengono attenuati con antidolorifici che il medico stesso va a prescrivere. 
I punti di sutura vengono di solito tolti dopo 8-10 giorni dall'esecuzione dell'intervento.
Dopo quindici giorni si possono riprendere tutte le normali attività comprese quelle sportive.

Complicanze

Solitamente questo intervento non da complicanze, si possono verificare a volte gonfiore ed ecchimosi sulla regione trattata nelle prime 48 ore e più raramente appaiono infezioni, sanguinamento, ematomi, cicatrici ipertrofiche o cheloidee.   
Queste complicanze in ogni caso possono essere agevolmente risolte se l'intervento di chirurgia estetica viene eseguito da uno specialista e in un ambiente attrezzato e all'interno di strutture cliniche autorizzate. 
Per ridurre le complicanze è importante seguire tutti i consigli e le istruzioni che  da il chirurgo sia prima che dopo l'intervento. I fumatori ad esempio devono  diminuire l'uso delle sigarette infatti il fumo può aumentare il rischio di complicanze e anche provocare dei ritardi nella guarigione. 

Risultati

L'operazione di otoplastica da risultati valutabili dopo circa sei mesi, ma di solito si ottengono sempre dei riscontri stabili e definitivi che riportano l'armonia al volto e migliorano la propria vita sociale.


Nessun commento: