venerdì 19 febbraio 2016

IMMUNITÀ, VACCINI E MICROBIOMA: UNO SCUDO PER LA SALUTE

Hanno dato un contributo fondamentale al miglioramento della durata e della qualità della vita e - di fronte a sfide di salute vecchie e nuove - costituiscono vere e proprie assicurazioni per il futuro dell’umanità. Tuttavia oggi i vaccini conquistano le cronache nazionali per il pericoloso calo denunciato dall’Istituto Superiore di Sanità. 

.

Ne parla il 25 febbraio uno dei più autorevoli esperti del settore, il professor Alberto Mantovani, direttore scientifico dell’Istituto Humanitas.

Tra i dieci immunologi più citati, oltreché il ricercatore italiano attivo più citato nella letteratura scientifica internazionale, Mantovani sarà ospite del decimo appuntamento di GiovedìScienza al Teatro Colosseo (a Torino, in via Madama Cristina 71) con la conferenza“Uno scudo per la salute. Immunità, vaccini e microbioma”.

GiovedìScienza - Teatro Colosseo
giovedì 25 febbraio 2016 - ore 17:45
UNO SCUDO PER LA SALUTE
Immunità, vaccini e microbioma
Alberto Mantovani
Humanitas University, Istituto Clinico Humanitas

Mantovani spiegherà come il sistema immunitario sia estremamente complesso, tanto da ricordare il sistema nervoso centrale. Dal sistema immunitario dipende il nostro equilibrio con un mondo microbico esterno e con i microbi che ci accompagnano (il microbioma). Questi sono 10 volte più numerosi delle nostre stesse cellule. Una migliore comprensione dell’immunità ha portato allo sviluppo di strategie diagnostiche e terapeutiche innovative. In particolare nel caso dei tumori, l’immunoterapia si affianca ora alle armi tradizionali e costituisce una speranza per il futuro. 

Alberto Mantovani - Milanese, medico, è professore di Patologia Generale presso Humanitas University, Ateneo dedicato alla Medicina e alle Scienze della Vita, e direttore scientifico dell’IRCCS Istituto Clinico Humanitas. In passato ha lavorato in Inghilterra e negli Stati Uniti, ed è stato capo del Dipartimento di Immunologia dell’Istituto Mario Negri di Milano. 

Ha contribuito al progresso delle conoscenze nel settore immunologico sia formulando nuovi paradigmi sia identificando nuove molecole e funzioni. Le analisi bibliometriche lo indicano come il ricercatore italiano attivo in Italia più citato nella letteratura scientifica internazionale, e come uno dei 10 immunologi più citati. Per la sua attività di ricerca ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti nazionali e internazionali.

Il calendario completo degli appuntamenti e la diretta streaming su: 
www.giovediscienza.it


Nessun commento: