mercoledì 27 gennaio 2016

UN CONVEGNO SULLE UNIONI CIVILI ALL'UNIVERSITÀ DI MILANO

Da anni in Italia si discute sulle “unioni civili” e su come regolare le convivenze paritarie. Gli oppositori di questo programma organizzarono nel maggio 1997 il Family Day e per lungo tempo il problema fu silenziato. Recenti interventi di varie Corti hanno riproposto il tema, che ha trovato una formulazione precisa nel ddl Cirinnà ora giunto in prossimità dei passaggi parlamentari. Per questo nel paese è in corso un tumultuoso dibattito che ha portato anche a numerosi Manifesti culturali e prevede manifestazioni di piazza (una si è svolta in numerose sedi il 23 gennaio 2016, e l’altra un nuovo Family Day si svolgerà Roma il 30 gennaio). In questo quadro, a Milano si intende organizzare una riflessione aperta che porti a far emergere le ragioni a favore del ddl Cirinnà e gli eventuali suoi limiti al fine di rilanciare l’impegno per forme di socialità famigliare più avanzate e libere da discriminazioni.

Unioni civili: nella maggiorate dei paesi europei è legge 


.
VERSO NUOVE FORME DI FAMIGLIARITÀ

Una nuova legge sulle unioni civili o nuove battaglie politiche e giudiziarie?

Milano, 1 Febbraio 2016 – ore 14.30 – ore 19.00
Sala Crociera di Giurisprudenza,
Università degli Studi di Milano,
Via Festa del Perdono, 7 - Milano

Tra i relatori: Maurizio Mori, Vittorio Angiolini, Laura Boella, Marilisa D’amico, Piergiorgio Donatelli, Nicla Vassallo, Lorenza Violini


POLITEIA
Centro per la ricerca e la formazione in politica e etica
c/o Università degli Studi di Milano
Via Festa del Perdono, 7 – 20122 Milano
website: politeia-centrostudi.org


Sullo stesso argomento: 

UNIONI CIVILI: NELLA MAGGIOR PARTE DEI PAESI EUROPEI È LEGGE


Nessun commento: