mercoledì 13 gennaio 2016

PRESTITO IPOTECARIO VITALIZIO: IMPORTANTI NOVITÀ FISCALI

Anche gli over 60 avranno la possibilità di accedere al prestito ipotecario vitalizio e non perdere la propria abitazione. Scopri tutte le novità...

Crediti per over 60 - Shutterstock 


Tra le varie offerte di finanziamento presenti sul mercato del credito, ce n'è una molto particolare, che si rivolge ad anziani e pensionati. 
Il prestito ipotecario vitalizio, le cui regole, sia per i richiedenti sia per le banche sono cambiate già nel 2015, è la forma di prestito che permette di convertire in contanti parte del valore della casa senza dover lasciare l'immobile o senza la vendita in nuda proprietà.
Cosa prevedono le novità fiscali? Innanzitutto maggior trasparenza per andare incontro alle esigenze economiche di pensionati e anziani che necessitano liquidità, in secondo luogo alcuni dettagli “pratici” che agevolano molto la scelta di questa tipologia di richiesta creditizia.


Prestito ipotecario vitalizio: ecco i nuovi dettagli

Nel 2005, la Legge dell'allora Ministro dell'Economia Tremonti, prevedeva alcune regole specifiche per il prestito ipotecario vitalizio, che attualmente sono state modificate in un'ottica di rigore, tutela e trasparenza:
  • la possibilità di accesso al credito è stata concessa a partire dai 60 anni, non più dai 65;
  • il rimborso può essere effettuato in qualsiasi momento;
  • il pagamento può essere rateizzato, abbattendo così gli interessi;
  • l'immobile può essere venduto al valore di mercato da parte degli eredi, con la piena titolarità e la proprietà della casa che restano al soggetto finanziato.
Tra i dettagli economici più importanti ci sono:

  • l'estinzione anticipata del finanziamento, con la vendita o con il trasferimento dei diritti reali sull'immobile a terzi;
  • il fatto che il valore del debito da restituire non può mai essere superiore a quello dell'immobile venduto;
  • una specifica normativa per chi richiede il prestito da coniugato o convivente more uxorio, per cui i partner devono ambedue sottoscrivere il prestito, anche se l'abitazione appartiene solo a uno dei due, e devono aver compiuto entrambi 60 anni prima di firmare il contratto. 

Le dichiarazioni del Ministro dell'Economia

Il Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi ha dichiarato entusiasta che il prestito ipotecario vitalizio permette agli over 60 di non perdere la propria abitazione o di essere obbligati a pagare capitale e interessi sul prestito fino a fine contratto, tutto questo soddisfacendo la propria necessità di liquidità. 

Insomma, una forma di finanziamento che sembra tutelare una categoria importante nella società italiana come quella dei pensionati e degli anziani che per anni hanno rappresentato il motore economico dello Stivale.

Nessun commento: