domenica 24 gennaio 2016

L'UNIVERSITÀ DI TORINO SUI "FURBETTI DEL CARTELLINO"

Riceviamo e pubblichiamo. 
dipartimento di patologia animale - Facoltà di Veterinaria Università di Torino 

.
L'Ateneo di Torino sul sistema di rilevazione presenze

Il tenore degli articoli e delle notizie diffuse in questi giorni dagli organi di stampa (vedi rif. Repubblica ndr) sembrano far emergere un quadro di possibili, diffuse condotte elusive dei sistemi di rilevazione interna delle presenze del personale tecnico amministrativo dell'Università di Torino, che gettano ombre sul comportamento dell'intera categoria del personale tecnico-amministrativo e dell'Ateneo stesso.

L'Ateneo sente il dovere di ribadire la propria fermezza nella individuazione e sanzione di comportamenti illegittimi, precisando peraltro che casi isolati non possono essere utilizzati per gettare discredito sulla intera categoria e sull'Ateneo stesso.

Soprattutto in momenti come questo, in cui si sono verificati fatti gravi conclusisi con il licenziamento in altre pubbliche amministrazioni, è doveroso sottolineare l'impegno e la dedizione di tanti colleghi dell'Ateneo che anche in situazioni di grave sottodimensionamento degli organici, garantiscono quotidianamente le loro attività e il raggiungimento di importanti obiettivi dell'Università di Torino.

Il sistema di controlli interno dà la possibilità ai dirigenti e ai responsabili di struttura di verificare quotidianamente orario e luogo delle timbrature di ciascun dipendente. La struttura gerarchica, organizzata in tre livelli, consente inoltre un sistema di verifica e controllo articolato e diffuso.

Dagli atti acquisiti, si è trattato di un caso sanzionato per motivi connessi ad irregolarità di tipo procedurale. 
Non di promozione si tratta ma di un incarico attribuito temporaneamente per una situazione di urgente necessità verificatasi nel Dipartimento di veterinaria, a fronte della indisponibilità di altro personale della struttura stessa. 
Sull'intera vicenda è stata aperta una istruttoria interna per verificarne tutti gli aspetti anche al fine di eventuali ulteriori iniziative.


Staff Comunicazione e Relazioni esterne
Università degli Studi di Torino
Settore Stampa e Relazioni con i Media

Nessun commento: