giovedì 21 gennaio 2016

DA PITAGORA ALLA LUNA: STORIA E SCIENZA IN BASILICATA

Avvicinare le persone al mondo della scienza non è facile. Molti si impegnano in questo campo: scienziati, divulgatori, giornalisti, associazioni... e spesso si discute delle difficoltà che incontrano gli studenti in Fisica, Matematica, Chimica o degli adulti che non sanno impostare una proporzione e ricavare un'incognita.

Spesso si pensa: "Ci vorrebbe una bella idea!". D'altronde, come ha ben spiegato il matematico francese Cedric Villani, l'idea è più importante della conoscenza. La scienza vi sembra difficile e antipatica? Allora immaginate questa idea: i personaggi che hanno lasciato un segno nella storia della scienza sono senz'altro più interessanti di teoremi ed equazioni, se poi andiamo a trovarli (o ne esploriamo le origini sul territorio se non sono più in vita) abbiniamo alla scienza anche un po' di turismo.

L'idea a cui ho accennato è dell'Associazione Liberascienza. Sono loro che hanno pensato ad un territorio (la Basilicata), ad alcuni uomini di scienza che hanno trascorso in Basilicata almeno una parte della loro vita (da Pitagora a Rocco Petrone), ad un mezzo (il documentario) per raccontare la scienza, la vita e la geografia degli spazi. L'hanno chiamato "Dalla Terra alla Luna".

Si tratta di un documentario di viaggio, raccontato attraverso gli occhi di una ragazza neo diplomata e di un divulgatore scientifico. Si tratta della riscoperta di un territorio tramite la storia e la divulgazione della scienza. Si può anche definire come un'altra forma di turismo, diversa dalle solite. E', in buona sostanza, turismo scientifico, ovvero una possibile unione (finalmente!) fra cultura scientifica e cultura umanistica. D'altronde, come tutti sanno, sempre di cultura si tratta.

Nessun commento: