giovedì 24 dicembre 2015

ASSICURAZIONE AUTO STORICA: 3 PASSAGGI PER SOTTOSCRIVERLA

Cos'è un auto storica e come si sottoscrive l'assicurazione per un'auto storica? Scopri 3 passaggi per farlo in maniera semplice...

John_Silver / Shutterstock.com
.

Prima di spiegarvi in 3 passaggi come sottoscrivere l'assicurazione di un'auto storica, precisiamo che c'è differenza tra auto storica e auto d'epoca; servendoci della guida su come assicurare un'auto storica di SuperMoney, comparatore online di assicurazioni auto, precisiamo che sono da considerarsi d'epoca i veicoli che rispettano l'art. 60 del Codice della Strada, secondo cui un'auto si definisce d’epoca se ha più di 20 anni ed è stata cancellata dal PRA, perché non più idonea alla circolazione, tranne in casi eccezionali (raduni, manifestazioni organizzate, sfilate, ecc...). 

Le auto che, pur essendo d'annata possono circolare perché rispettano determinate caratteristiche, sono storiche.


1) Assicurazione auto storica: quanto è importante l'età?

Un veicolo storico, per essere assicurato, deve rispettare la Circolare prot. 79260 del 4/10/2010  emanata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che prevede l'appartenenza alle categorie autovetture, autoveicoli per trasporto promiscuo, autocarri, autoveicoli per trasporto specifico e uso speciale, autocaravan, autobus, autotreni e autoarticolati; per essere assicurato è fondamentale l'età: il veicolo che si vuole dotare di polizza deve aver superato i 20 anni dalla data di costruzione, non di immatricolazione (attenzione!).

2) Assicurazione auto storica: quali certificati presentare alla compagnia assicurativa?

Per assicurare la propria auto storica è necessario presentare alla compagnia assicurativa il certificato di iscrizione all'ASI, il Registro Auto Storiche Italiane (in caso di moto, bisogna far riferimento alla Federazione Motociclistica Italiana).

L’iscrizione all'ASI va costa 41€ e va fatta tramite l'intermediazione di un club di auto storiche di quelli presenti in Italia: per farlo bisogna presentare foto e documenti che attestino l'età del mezzo ed è fondamentale che il mezzo sia valutato in buone condizioni.

3) Quali sono i vantaggi nell'assicurare un'auto storica?

L'assicurazione per un'auto storica ha diversi vantaggi, tra cui si riscontrano la guida libera inclusa nel prezzo, che permette che altri soggetti indipendentemente dall'intestatario della polizza, possano guidare l'auto senza costi aggiuntivi che gravino sull'assicurazione; la polizza garage, che permette ai collezionisti che hanno un parco auto e moto storico di risparmiare sull'assicurazione auto sottoscrivendone solo una complessiva.


Se possedete un'auto storica e volete assicurarla non perdete tempo: cercate il club di auto storiche più vicino a voi, fatevi valutare il mezzo, iscrivetevi, e cercate l'assicurazione più conveniente valutando anche le proposte on line di alcune compagnie che operano sconti particolari per queste tipologie di veicoli vintage.

Nessun commento: