venerdì 6 novembre 2015

MUTUI A TASSO FISSO: ECCO COSA PREFERISCONO GLI ITALIANI

Un recente studio conferma la preferenza degli italiani per i mutui a tasso fisso, che rappresentano il 57.6% del totale delle richieste.

Mutui Casa - Shutterstock 


I mutui a tasso fisso sono la soluzione di finanziamento scelta da oltre la metà degli italiani. Secondo i dati relativi ai mutui erogati nel corso degli ultimi mesi del 2015, i mutui a tasso fisso sarebbero la soluzione richiesta da oltre il 57,6% degli italiani, mentre solo il 31.4% degli italiani avrebbe optato per il tasso variabile. Un elemento che invece accomuna tutte le richieste di finanziamento avanzate dagli italiani nel corso dell’ultimo anno è il generale senso di prudenza, come confermato dalla ricerca preliminare di mutui convenienti e dalla conseguente richiesta di soluzioni dagli importi e dalla durata più contenuti.

I mutui a tasso fisso tornano a crescere nel 2015

Le preferenze degli italiani in materia di investimenti, sono stati al centro di una ricerca condotta dall’Ufficio Studi Tecnocasa, che ha confermato la crescita dei mutui a tasso fisso nel corso del 2015. Secondo i dati raccolti, la quota dei finanziamenti a tasso fisso sarebbe addirittura raddoppiata rispetto allo scorso anno, passando da 27,6% nel primo semestre del 2014 al 56,4% nei primi sei mesi del 2015. 

Il tasso variabile rappresenta nel 2015 appena un terzo delle preferenze, mentre un anno fa era la soluzione più richiesta, infatti rappresentava il 43,3% delle richieste. Dai dati di Tecnocasa emerge una variazione del tasso variabile con CAP – passato da 7,3% a 0,7% - mentre i mutui a rata costante continuano a registrare una buona media, sebbene la loro incidenza sia diminuita.

La durata media dei mutui

In merito alla durata, emerge una netta prevalenza dei mutui compresi tra i 21 e i 30, come confermato da 70% delle richieste. Più contenute sarebbero invece le richieste di finanziamento comprese tra i 10-20 anni, che rappresentano il 29.9%. La durata del finanziamento subisce delle variazioni anche in base all’area geografica di riferimento, infatti i mutui hanno una durata maggiore nel Nord, con valori medi di 20/30 anni, mentre nel Sud Italia e nelle Isole sembrano prevalere le formule più brevi.

Importo medio richiesto

Anche in merito agli importi medi richiesti sembrano emergere delle variazioni in base all’area geografica di riferimento. La media nazionale dei mutui erogati nel corso del 2015 si aggira attorno ai 110.200 €, un valore emerso con maggiore frequenza nelle ragioni del Centro Nord. Mentre nel Sud Italia e nelle Isole gli importi sono più contenuti. 

Scendendo nello specifico i valori più alti sono richiesti nelle regioni del Nord Italia, con 111.400 € nel Nord-Ovest e 109.900 € nel Nord-Est. Decisamente più bassi sono gli importi nelle Isole – circa 104.900 € - e ancor di più nel Sud – circa 101.800 €-. Le Regioni del Centro sono invece quelle in cui l’importo dei mutui è risultato più elevato, con valori medi pari a 118.800 €.

Nessun commento: