sabato 21 novembre 2015

30 ANNI DI GIOVEDÌSCIENZA A TORINO: GRAVITÀ ZERO È MEDIA PARTNER

Mezzo milione di spettatori ‘in poltrona’, a cui si aggiungono gli oltre 550mila del web, 430 incontri per un totale di 650 ore di scienza-spettacolo e 500 relatori. 
GiovedìScienza festeggia con questi numeri il traguardo dei 30 anni, presentando la nuova edizione di incontri dedicati alla scienza e ai suoi protagonisti: Piero Angela, Mauro Salizzoni, Amalia Ercoli Finzi, Piergiorgio Odifreddi, sono solo alcuni degli ospiti che si confronteranno con il pubblico sulle grandi sfide del futuro. Gravità Zero è anche quest'anno media partner dell'iniziativa insieme a TG3Leonardo, Scienzainrete e TorinoScienza.

"GiovedìScienza" riparte (festeggiando anche i sui 30 anni di attività), con una conferenza su "Il futuro degli oceani" giovedì 26 novembre alle 17,45 al Teatro Colosseo (via Madama Cristina 71). Roberto Danovaro dell'Università Politecnica delle Marche spiegherà l'importanza degli oceani per contrastare l'aumento delle concentrazioni di anidride carbonica nell'atmosfera e gli effetti sinergici di cambiamenti globali, formulando ipotesi sulla biodiversità del futuro. 

Quest'anno la rassegna (sostenuta della Compagnia di San Paolo) conta numerosi appuntamenti, alcuni dei quali saranno "in trasferta" nelle aule magne di Università e Politecnico (i dettagli su www.giovediscienza.it).

"Quanta vita in più dai trapianti di fegato" è il titolo del secondo incontro, con Mauro Salizzoni, direttore del Centro Trapianti delle Molinette (il 3 dicembre). Ampio spazio sarà dato alla fisica. A un secolo dalla scoperta della relatività, Leonardo Castellani dell'Università del Piemonte Orientale analizzerà (il 10 dicembre) "La teoria di Einstein tra applicazioni quotidiane e problemi aperti".

Il noto matematico Piergiorgio Odifreddi terrà poi una conferenza spettacolo "Sulla natura delle cose: da Lucrezio al Cern" (il 14 gennaio), mentre il ricercatore Alberto Massarotti spiegherà come "Progettare farmaci al computer" (il 21 gennaio) e il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston ci porterà "A caccia di antimateria" (il 28 gennaio).




Alain Berthoz, del Collège de France ci svelerà (il 4 febbraio) "I segreti della Semplessità" ovvero come il cervello risolve i problemi, decifrando la complessità, per trasformarla in semplici e veloci decisioni.

A seguire "Quando le macchine aiuteranno i fisioterapisti" con Paolo Ariano (l'11 febbraio) e "Matematica: essere curiosi e senza paura" con Giovanni Filocamo (il 18 febbraio).

Alberto Mantovani e Amalia Ercoli Finzi parleranno poi rispettivamente di "Immunità, vaccini e microbioma" (il 25 febbraio) e di "Com'è nato il Sistema solare" (il 10 marzo).

Piero Angela concluderà il ciclo con un "Viaggio nella mente dove si nascondono il genio, l'amore e la libertà" (il 17 marzo).

Il programma su www.giovediscienza.it.




Appuntamento dal 26 novembre al 17 marzo alla storica sede del Teatro Colosseo, a cui si aggiungono quest’anno l’Università degli Studi di Torino, il Politecnico di Torino, dove la ricerca è di casa e la storica Università Popolare degli Studi di Milano, che quest'anno ha presentato all'Expo il primo corso di Interior Design Ecostenibile.

Intervengono:
Fiorenzo Alfieri, Presidente dell’Associazione CentroScienza Onlus
Fiorella Altruda, Presidente del Comitato Scientifico dell’Ass. CentroScienza Onlus
Piero Bianucci, giornalista scientifico
Gianmaria Ajani, Rettore dell’Università degli Studi di Torino
Marco Gilli, Rettore del Politecnico di Torino

GiovedìScienza 30°edizione
Conferenza stampa
martedì 24 novembre - ore 11.00
Aula Magna del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi
Università degli Studi di Torino
Via Accademia Albertina 13, Torino




Nessun commento: