venerdì 16 ottobre 2015

PIERO CALABRÒ: DA MAGISTRATO A DIFENSORE DEI CITTADINI PASSANDO PER IL CALCIO FILANTROPICO

Una notizia che sicuramente farà felici milioni appassionati del buon calcio giocato ma, soprattutto in questo periodo di crisi e di indebitamento, renderà più serene le giornate di molte famiglie e piccoli imprenditori. Piero Calabrò lascia l’incarico in magistratura per occuparsi a tempo pieno di illeciti bancari in difesa dei correntisti e a fianco della più importante società di settore: SDL Centrostudi.

Piero Calabrò, Presidente SDL Centrostudi
Piero Calabrò, Presidente SDL Centrostudi 

Il Dott. Piero Calabrò, nei suoi 36 anni come magistrato, è sempre stato dalla parte dei diritti dei più deboli: ma c’è chi lo conosce anche per il suo impegno pubblico e per avere fondato nel 1994 la squadra di calcio Nazionale Italiana Magistrati, che ha raccolto circa 6.000.000 di euro donandoli alla ricerca medico-scientifica a fondazioni come Telethon, Anffas, Libera, Fondazione Exodus e ADMO. 

Sempre in prima linea nella difesa dei cittadini e delle famiglie è celebre per avere ottenuto la prima sentenza italiana contro l’anatocismo bancario che dopo circa 40 anni di sentenze negative della Corte di Cassazione, contribuì in modo determinante a invertire detta tendenza e a sanzionare come illegittimo il comportamento delle banche.

usura bancaria


Anatocismo e usura bancaria sono due voci poco note agli italiani ma che rischiano di minare la vita delle famiglie e delle piccole e medie imprese 

Nato a Desio (MI) da madre lombarda e padre calabrese, Piero Calabrò, dopo il liceo scientifico a Monza, si iscrive all’Università degli Studi di Milano e contemporaneamente ottiene un incarico triennale presso un primario istituto bancario nazionale. 

Questa prima esperienza di lavoro fornirà i primi stimoli ad occuparsi dei fenomeni e delle problematiche operative del sistema ban- cario. Laureatosi giovanissimo a 23 anni in Giurisprudenza, fa il suo ingresso in magistratura ad appena 25 anni, diventando nel 1979 il più giovane magistrato italiano e prestando giuramento durante la storica Presidenza della Repubblica di Sandro Pertini. In magistratura si è quasi sem- pre occupato del settore civile (con una prestigiosa escursione nel settore penale quale componente del “Tribunale dei Ministri”), emettendo svariate importanti sentenze che hanno contraddistinto il suo percorso professionale, tra le quali la più celebre rimane quella sull’anatocismo bancario del 1999 che, dopo circa 40 anni di sentenze negative della Corte di Cassazione, contribuì in modo determinante a invertire detta tendenza e a sanzionare come illegittimo tale modus operandi delle banche.

Il dott. Calabrò, dopo 36 anni di carriera in magistratura, intende mettere la propria esperienza al servizio di altri settori, quale quello che contraddistingue l’attività di SDL Centrostudi, operando in modo tale da imporre al sistema bancario il pieno e incondizionato rispetto delle regole.

“Sono al tempo stesso onorato ed entusiasta - dichiara Calabrò - rispetto a questo nuovo impegno professionale, che consentirà di mettere la mia lunga esperienza di magistrato e le conoscenze acquisite al servizio di nuovi settori ove è necessario garantire il rispetto delle regole e l’affermazione del principio di legalità.”




Sempre in prima linea nella difesa dei cittadini e delle famiglie è celebre per avere ottenuto la prima sentenza italiana contro l'Anatocismo bancario che dopo circa 40 anni di sentenze negative della Corte di Cassazione, contribuì in modo determinante a invertire detta tendenza e a sanzionare come illegittimo il comportamento delle banche.

Anatocismo e usura bancaria sono due voci poco note agli italiani ma che rischiano di minare la vita delle famiglie e delle piccole e medie imprese 


SDL CENTRO STUDI 

SDL Centrostudi è una giovane startup nata proprio dall’esigenza di far emergere il fenomeno poco conosciuto delle anomalie finanziarie nei rapporti tra banche, imprese e famiglie, di informare i cittadini offrendo tutela e preanalisi gratuite del proprio stato debitorio con gli istituti di credito. 

Nata nel 2010 dall’esigenza di far emergere il fenomeno poco conosciuto delle anomalie finanziarie nei rapporti tra banche, imprese e famiglie ha come intento di informare il soggetto interessato di quanto si possa verificare a suo danno nell’ipotesi di ritardo nei pagamenti, offrendogli una tutela in quanto parte contrattuale più debole. 

Il complesso delle analisi preliminari effettuate da SDL Centrostudi, dalla sua costituzione ad oggi, è stato di oltre 170.000, con specifici approfondimenti sulle anomalie bancarie nei contratti di conto corrente. Allo stato attuale, sono pendenti più di 19.000 posizioni, stragiudiziali e giudiziali, di cui oltre 400 definite.

Usando il form si possono porre domande. Numero verde 800189808

Sito Web: Sdlcentrostudi.it

Nessun commento: