martedì 18 agosto 2015

AVVISI DI PAGAMENTO EQUITALIA: MA È UN VIRUS

Fate attenzione agli avvisi di pagamento di Equitalia: la mail è un virus, occhio alla truffa. L'allerta sulla pagina dell'Agente Lisa, il profilo social della Polizia di Stato. I nostri consigli per evitare spiacevoli sorprese.

Allerta Virus Equitalia - Shutterstock


La email arriva da parte di una presunta agenzia con presunti avvisi di pagamento. 


La email recita così: 

“Gentile utente, [MAIL]Si invitano tutte le persone fisiche e giuridiche a visionare e seguire con rigore Le Linee Guida fornite dall’Agenzia delle Entrate (in allegato).E sufficiente seguire le indicazioni per evitare di essere segnalato dal sistema come un soggetto “a rischio” dopo il primo controllo basato sul c.d. “redditometro”.Il materiale da consultare (Le Linee Guida) viene consigliato specialmente ai soggetti che utilizzano i servizi telematici finanziari (es. Internet Banking).Nell’ambito dell’attivita di controllo nei confronti delle persone fisiche e giuridiche, nel 2014 e stata data attuazione alla normativa prevista dall’art. 97, commi quarto e seguenti del D.P.R. n.619/15 e dal D.M. 24 dicembre 2012 (il cosiddetto Redditometro).A questo riguardo e stato predisposto il nuovo applicativo informatico “VE.R.DI.”,destinato alle attivita di analisi del rischio sulle persone fisiche e di ausilio alladeterminazione sintetica del reddito.Si tratta di uno strumento innovativo che sara oggetto di implementazioni e miglioramenti volti ad ottimizzarne le funzionalita.”

La truffa è stata segnalata dall'Agente Lisa, la pagina social di Facebook delle Polizia di Stato che mette in guardia i cittadini su ogni possibile raggiro e truffa.

Se ricevete una e-mail da mittente: “equitalia@sanzioni.it”, “servizio_clienti@poste.it”, “noreply-equit@eq.it”, reply-equi@riscossioni1.it, eliminatela e non scaricate allegati, perché non è stata spedita veramente dai server di Equitalia.
Equitalia è assolutamente estranea a questi messaggi potenzialmente pericolosi, si legge ancora sulla pagina dell'Agente Lisa, ed invita i destinatari a non tenere conto della email ricevuta e ad elimina

È la stessa Equitalia a darne comunicazione sul sito web del gruppo

Attenzione alle false e-mail su presunti avvisi di pagamento di Equitalia
Attenzione alle false email, con mittente “equitalia@sanzioni.it”, “servizio_clienti@poste.it”, “noreply-equit@eq.it”, “reply-equi@riscossioni1.it” o simili, in cui si fa riferimento a cartelle o altri documenti di Equitalia e che invitano a scaricare file o a utilizzare link esterni. Equitalia è assolutamente estranea a questi messaggi potenzialmente pericolosi, invita i destinatari a non tenere conto della email ricevuta e ad eliminarla senza scaricare alcun allegato, potenzialmente dannoso per il proprio computer.


Nessun commento: